“Happy Bike, pedalando verso la felicità” di Alfredo Bellini

La bicicletta non è solo un mezzo di trasporto. È molto di più. È la possibilità di rendere la città più umana e più bella. Una città che promuove la bicicletta è una città felice“.

 Leggendo l’incipit di “Happy bike, pedalando verso la felicità” di Alfredo Bellini, edito da Marotta&Cafiero editori, si comprende immediatamente a chi è rivolto il libro: non solo agli amanti della bicicletta, ma anche e soprattutto a coloro che, un po’ per pigrizia, un po’ per paura, non la utilizzano mai.

 Di gradevole lettura, analizza, sia a livello individuale che collettivo, il rapporto tra la bicicletta e la felicità.

Come mezzo di trasporto, la bicicletta può trasformare in meglio le nostre vite e renderci felici? Si, è possibile, ma solo se siamo disposti a cambiare le nostre abitudini.

Si potrà obiettare che le città, congestionate dal traffico, non consentono il suo utilizzo, che si respira più smog, che le strade dissestate rappresentano un rischio concreto per il ciclista, ma l’autore neutralizza queste domande con risposte così convincenti che quasi viene voglia di lasciare la lettura e scendere giù, in strada, per saltare su una bicicletta.

È un libro che emoziona, che ci fa riscoprire la nostra ”Wilderness”, ossia quella natura selvatica ed incontaminata che è dentro ognuno di noi.

Pedalando il cuore batte forte, i nostri sensi si amplificano, le tensioni si allentano e i rumori della città si percepiscono sempre più lontani.

 

Mi viene da dire: ”Leggetelo, in fondo la felicità è a portata di.. pedale!

 

 

Milena Del Prete

“Happy Bike, pedalando verso la felicità” di Alfredo Bellini ultima modifica: 2015-03-16T20:28:04+00:00 da Milena Del Prete