Cangiarlo o Giancarlo? intervista ad un Giancane al Top

Un Giancane al Top

Sabato 25 febbraio 2017 al Morgana di Benevento si è esibito Giancane. Prima del concerto abbiamo scambiato quattro chiacchiere con lui.

Ciao Giancane! raccontaci un po’ come si passa da Giancarlo Barbati a Giancane”

In realtà il passo è breve. Io mi chiamo Giancarlo, i miei amici mi chiamano ‘cane’ ed ecco qua che divento ‘Giancane’.

E invece Cangiarlo?”

Quella è una cosa risalente all’email. Volevo chiamarmi semplicemente Giancarlo, ma ce n’erano troppi.(ride)

Ora che sappiamo chi è Giancane, è inevitabile chiedere come ti sei avvicinato alla musica.”

È successo tutto a casa. I miei parenti suonano tutti, fondamentalmente.”

Quali band ti hanno segnato nella vita e ti hanno spinto a diventare un musicista?”

I Queen e gli Iron Maiden. Mi sono subito chiesto ‘Ma come si fanno queste cose?’ e poi ho cercato di capire.”

Febbraio è il mese di Sanremo, si è da poco concluso il festival della canzone italiana. Cosa ne pensa Giancane?”

Io sto in fissa con Sanremo. È la festa del trash italiano, è fighissimo! È l’unico periodo dell’anno in cui vado alla SNAI a scommettere.”

Hai vinto quest’anno?”

Quest’anno no. Non mi aspettavo la vittoria di Gabbani.”

Da Sanremo, passiamo al genere musicale più in voga degli ultimi anni in Italia : cosa ne pensi dell’indie-italiano?”

Non penso male. È un periodo strano che non si verificava da molto tempo in Italia. È bello che le cose partano dal basso e diventino ‘mainstream’. Una cosa del genere non succedeva dai tempi di Gazzé e Fabi. Non è una brutta situazione, anche se potrebbe esserci di meglio. Sicuramente stiamo messi meglio della Pausini, no? (ride). Prendi ad esempio Motta: Io lo conosco bene, ho visto la sua evoluzione e conosco bene il lavoro che sta facendo. C’è della qualità sotto. Per lui sono contento, per altri forse un po’ meno, ma ognuno ha il suo gusto personale. Dovrebbero spuntarne ancora altri. Io, ad esempio, non potrei mai fare quello che fa Francesco (ride). Io sono fatto così e faccio questo. Mi diverto e va bene così.

Torniamo a Giancane. Quali sono i progetti per questo 2017?”

Il disco nuovo, non ce la faccio più, lo voglio fare! (ride). Quest’estate non suonerò e ad aprile faccio le ultime date del tour. Forse a luglio faccio un’unica data al nord”

E’ arrivato il momento di domande serie.

Qual è il tuo piatto preferito tra la gricia, la carbonara, l’amatriciana e la cacio e pepe?”

La cacio e pepe, perché per farla occorrono solo due ingredienti. Se è fatta bene, è pazzesca!”

Immaginiamo questa scena: esci con una ragazza bellissima, ma la sera stessa, appena abbassi gli occhi, scopri che ha le “Hogan Blu”. Che cosa fai?”

O le leviamo (ride) oppure niente. Magari era un regalo di Natale e doveva indossarle per forza; che ne sai? (ride) Il problema è nel cuore, non ai piedi”.

Concludiamo col botto, con la domanda delle domande:

Roma Nord o Roma Sud?”

Roma Sud. Ci sono nato e cresciuto e ci vivo ancora oggi. Non c’è neanche da pensarci, l’anagrafe ha già deciso!”

Grazie per averci dedicato del tempo.

Ti facciamo un enorme ‘in bocca al lupo’ per il nuovo album e speriamo di rivederti presto.

Grazie, Giancane!

.

Assunta Urbano