Camera d’autore inaugura la terza stagione allo Scugnizzo Liberato

Camera d’Autore

III stagione

Domenica 22 ottobre – ore 21.00
Teatro dello “Scugnizzo Liberato”

Salita Pontecorvo 46, 80135 Napoli

.

.

Camera d’Autore, insieme al collettivo NADIR (Napoli Direzioni Opposta festival), domenica 22 ottobre, a partire dalle ore 21:00, presso il Teatro dello “Scugnizzo Liberato, presenterà ufficialmente la sua terza stagione con un “live party” celebrativo dei due anni di attività. Sul palco del Teatro napoletano, ad alternarsi e mescolarsi tra loro, ci saranno cantautori e gruppi tra i più apprezzati della nuova scena musicale Napoletana e Campana.


Camera d’Autore

Camera d’Autore è un modo di accogliersi gli uni con gli altri, una famiglia allargata senza scopo di lucro”.

.

Camera d’Autore nasce nel 2015 con l’idea di creare uno spazio per la musica emergente campana, uno spazio fisico (e non solo) dove esprimersi difficilmente rintracciabile altrove. Figlio di un’analoga esperienza, della quale non si condividevano più gli obiettivi, il progetto ha preso il largo grazie alle iniziative dei promotori che hanno reso questo “spazio” un’ancora di salvezza per moltissimi musicisti, giovani e meno giovani, che si affacciano – molto spesso disorientati e/o confusi – sul mondo della musica. Un porto felice, insomma, un luogo dove condividere la passione per la musica, quella vera, quella suonata dal vivo. Un punto d’incontro dove confrontarsi e crescere insieme, accantonando in un angolo velleità e maniere da “salotto”.

Camera d’Autore è la “cucina abitabile della musica campana, perennemente emergente”: è così che mi è stato descritto qualche giorno fa il progetto – il format, l’iniziativa, il collettivo, fate un po’ come vi pare, a me le etichette non entusiasmano particolarmente.

I promotori sono le persone che abitualmente si incontrano ai concerti e nei locali che propongono musica dal vivo, che ne seguono le dinamiche e di cui sono molto spesso interpreti. A distanza di due anni, quei “quattro amici al bar” sono diventati una piccola comunità composta da centinaia di artisti, alcuni molto noti – mi sovvengono i nomi di Blindur, Bruno Bavota, Dario Sansone, Ciro Tuzzi, Fede’n’ Marlen e Gnut – , organizzatori di eventi ed associazioni (penso a Villa di Donato ed ai ragazzi del Club 33 Giri di Santa Maria Capua Vetere), direttori artistici e gestori di locali, come Luciano Labrano (Cellar Theory) e lo staff del Music Melody Bar (MMB), che sin da subito hanno mostrato interesse e vicinanza alla causa mettendo a disposizione, due volte al mese, un palco dove esibirsi. 

Camera d’Autore è un modo di “accogliersi gli uni con gli altri, una famiglia allargata senza scopo di lucro”, un luogo dove sono nate collaborazioni artistiche, amicizie, amori e rapporti di lavoro. Aderire è molto semplice: come cantautore basta inviare un messaggio in posta sulla pagina ufficiale, in prossimità degli eventi in programma, mentre per essere considerato “parte” occorre avere una certa frequenza agli appuntamenti.

Noi ci vediamo Domenica allo Scugnizzo, perché tutte le esperienze hanno un altro sapore dal vivo.

 

 

Salvatore D’Ambrosio