Fall Has Come – Nowhere: A metà strada tra melodia ed aggressività

Fall Has Come – Nowhere (2017)

I Fall Has Come nascono nel 2015 da un’idea di Enrico Bellotta e dei due chitarristi Enrico Pascarella e Raffaele Giacobbone. Il trio, originario di Caserta, entra in scena con “Time To Reborn”, album di debutto dello stesso anno. Oggi mi ritrovo a parlare del loro secondo lavoro in studio, ovvero “Nowhere” venuto alla luce nel Dicembre 2017.

Believe” dà inizio alle danze: una interessante intro di batteria ed un coro accattivante sono il suo marchio di fabbrica. “Last Begin”, invece, ci fa comprendere come il gruppo sappia anche essere duro e crudo, la distorsione della chitarra ce lo dimostra con un assolo moderno e ben architettato. “Our Lives” è un inno all’alternative rock anni 90’, esattamente come la successiva “Awaken”. “Carillon” è la classica ballad semi-acustica.

Gli animi si rialzano con “Breathless”, dove si può tornare a fare casino. Devo dire che il riff iniziale di “In Everything” mi ha colpito, seppur la melodia torni predominante. “It’s Over” è un rock commerciale di facile ascolto.”One Minute To Be Alive” è finalmente il brano che attendevo, quello richiamante tonalità heavy metal. “The Long Way To Run To Be a Human Again” vede la voce di Enrico accompagnata da una chitarra acustica in un pezzo dal sapore southern ricco di sentimento. Le 10 canzoni son passate, il disco è giunto al termine.

Fall Has Come

Se devo esprimere la mia, i Fall Has Come sono una band che mi ha reso davvero perplesso: sono capaci di fondere pezzi a tratti metal in pieno stile Alter Bridge e Papa Roach con altri sin troppo smielati e da rotazione alla radio, stile Daughtry ed Imagine Dragons. Il tutto inserito in un contesto in cui emerge l’abilità vocale del cantante. Spero che in futuro la tendenza si sposti verso un rock maggiormente d’impatto e senza facili compromessi come emerge evidentemente da questo disco. La tecnica e la rabbia giusta ci sono, perché non sfruttarle? Non è questo l’animo del rock ‘n’ roll? Aspettando che ciò avvenga, mi sento di assegnare una sufficienza piena.

FORMAZIONE

Enrico Bellotta – Voce

Enrico Pascarella – Chitarra

Raffaele Giacobbone – Chitarra

Mirko Nastri – Basso

Salvatore Laurella – Batteria

Pagina Facebook

Fall Has Come – Nowhere: A metà strada tra melodia ed aggressività ultima modifica: 2018-01-12T16:35:26+00:00 da Francesco Forgione