Paulo Coelho – Aleph: un cammino spirituale alla riscoperta del sé

Paulo Coelho

Aleph

Bompiani editore

Nel suo romanzo autobiografico Paulo Coelho descrive la crisi di fede che ha vissuto e la ricerca di un cammino spirituale volto a ri-scoprire quella parte di sé più autentica, spesso accantonata per lasciare posto alla routine quotidiana che, tuttavia, lo rende insoddisfatto ed infelice, nonostante sia uno scrittore di successo.

<< Si tratta soltanto di routine. Pensi di esistere solo in virtù della tua infelicità. Altre persone affondano le radici della propria esistenza nei problemi e ne parlano ossessivamente: problemi con i figli, la moglie o il marito, la scuola, il lavoro, gli amici. Non si fermano mai a pensare: ‘”Io sono qui. Sono il risultato di tutto quello che è accaduto e il prodromo di ciò che accadrà ma, in qualsiasi caso, sono qui” >>, ORA, nel momento presente.

Per sfuggire ad una depressione ormai imminente, decide di intraprendere un viaggio attraverso l’Africa, l’Europa e l’Asia lungo il percorso della Transiberiana. Hilal, giovane e talentuosa violinista, nonché sua ammiratrice, lo accompagna in quello che si prefigura essere un vero e proprio viaggio catartico. Insieme varcano le soglie di un universo parallelo, percorrono le strade di un mondo spirituale che li proietta in una dimensione magica, a tratti onirica, dove il tempo e lo spazio si annullano ed esiste soltanto il momento presente, l’hic et nunc, il qui ed ora.

<< Il passato ed il futuro esistono soltanto nella nostra memoria. “Il presente travalica sempre il tempo, è l’ eternità”.>>

Perché leggere Aleph?

Perché ci fa riflettere sul nostro viaggio lungo le strade della vita: siamo soddisfatti della direzione che ha preso? O la stiamo sprecando, aggrappati a stupide convenzioni che ci impediscono di viverla appieno e di essere veramente noi stessi? È bene porsi, di tanto in tanto, delle domande, fare delle considerazioni o, almeno, fare l’inventario dell’ottimismo che alberga in noi. Per vivere in piena consapevolezza ed in armonia con se stessi, non solo non bisogna tradire la propria natura, ma è necessario astrarsi dal passato e dal futuro cogliendo il dinamismo e la profondità del tempo presente.

Presente che non è un luogo psicologico di fuga e di rifugio, ma un autentico momento creativo che ci è donato per operare meraviglie, per costruirci e strutturare al meglio la nostra personalità. Coelho, in definitiva, descrive la più bella storia del mondo, quella di un essere umano consapevole della sua ricchezza interiore e avido di viverla.

– Citazione –

La nostra vita è un viaggio ininterrotto, dalla nascita alla morte. Si trasforma il paesaggio, variano le persone, mutano le necessità, ma il treno prosegue la sua corsa. La vita è il treno, non la stazione ferroviaria. E finora tu non hai viaggiato: hai soltanto cambiato paese – una cosa del tutto diversa “.

– Curiosità –

La Transiberiana di cui si parla nel libro è la ferrovia più grande del mondo. Si estende per 9.288 chilometri, collegando centinaia di città e numerosi paesi, percorrendo l’ Eurasia e attraversando sette fusi orari. Per ragioni politiche e strategiche lo zar Alessandro III approvò la costruzione della linea, il cui costo finale superò la spesa militare dell’impero durante la Prima Guerra Mondiale.

Milena Del Prete

 

Paulo Coelho – Aleph: un cammino spirituale alla riscoperta del sé ultima modifica: 2018-01-23T19:05:28+00:00 da Milena Del Prete