Makai – The Comfort Zone: un mosaico di suoni magistralmente combinati

The Comfort Zone” è il disco di esordio di Makai, al secolo Dario Tatoli,  pubblicato il 20 aprile in digitale e  disponibile dall’11 maggio negli store fisici per INRI/METATRON.

Makai realizza un concept album in cui sonorità contrastanti si uniscono abilmente ad una delicata nota intimista. “The Comfort Zone” è un inno al cambiamento e all’apertura verso nuovi orizzonti.

Il lavoro arriva dopo il primo EP “Hands”, che ha portato il cantautore pugliese ad esibirsi anche al Sziget FestivalLe nove tracce che lo compongono costituiscono una sorta di rotta verso un immaginario viaggio nel proprio Io alla scoperta di diverse emozioni e sensazioni.

L’ipnotica “Lazy Days”, con il suono particolare della kalimba, celebra la pigrizia e la spensieratezza evocata anche dal testo. Il viaggio prosegue con “Hands”, in cui si raggiunge un perfetto equilibrio tra percussioni ed il cantato morbido di Makai.

Fire Fall”, con un semplice e continuo giro di ritornello, racconta di quella improvvisa ed inaspettata scintilla capace di far guardare il mondo con occhi diversi. Dopo un pezzo strumentale (“You”), si passa alla raffinata “Clara”, scelta come singolo per il lancio dell’album.

L’esplorazione delle aree ignote del proprio Io prosegue poi con “Night Shift”, una canzone coinvolgente, quasi ammaliante e “Missed”, in cui le risonanze techno si trovano in perfetta armonia con la voce delicata di Makai.

Dopo l’elegante viaggio onirico di “Later”, con il semplice suono di chitarra e voce, chiude l’album “The Comfort Zone”, la title track, una canzone che ben spiega cosa significa avere il coraggio di lasciare la propria zona di comfort ed esplorare l’ignoto.

The Comfort Zone” è un album intenso. Un mosaico di sonorità magistralmente combinate da Makai.

MAKAI – Social

Facebook 

Instagram 

Alessia Diano

Makai – The Comfort Zone: un mosaico di suoni magistralmente combinati ultima modifica: 2018-04-26T12:37:27+00:00 da Alessia Diano