LNDFK – un originale ed innovativo mix di suoni e colori

LNDFK

LNDFK, nome d’arte senza vocali di Linda Feki, è il nuovo astro nascente del Future soul italiano.

Classe ‘90, nata a Sousse in Tunisia, da madre italiana e padre arabo, si è trasferita con la prima a Napoli durante l’infanzia. Grazie a questo mix culturale unico, lo sviluppo musicale ha assunto caratteristiche peculiari: dall’Oriente ha ereditato la propensione al ritmo, da Napoli la cultura della canzone e della parola.

Proprio la città partenopea ha rivestito un ruolo fondamentale nella formazione artistica di questa giovane cantante ed autrice. È a Napoli infatti che Linda ha incontrato Daryobass, suo produttore e arrangiatore, nonché partner nella vita. I due si sono conosciuti in una scuola di jazz e sono passati dal suonare standard jazz a comporre dei pezzi propri.

Linda e Dario, desiderando di creare con la loro musica qualcosa di nuovo ed originale, si sono trasferiti a Parigi, città cosmopolita, in grado di offrire molteplici stimoli culturali e musicali. È nato così il loro esclusivo progetto. Influenzato da jazz, neo-soul, elettronica e hip hop, il mix creato da LNDFK rappresenta qualcosa di veramente innovativo nel panorama musicale italiano. Ad aggiungere quel quid in più, la voce sensuale ed al tempo stesso delicata di Linda.

Il primo EP del progetto LNDFK, Lust Blue, composto da quattro tracce, è stato pubblicato l’11 Novembre 2016 per l’etichetta svizzera Feelin’ Music (label cult per chi ama beat e hip hop). 

Realizzato a quattro mani da Linda e Dario, Lust Blue è un lavoro minimal, un mix di elettronica e soul non convenzionale. I brani sono delle “istantanee” in cui LNDFK racconta con sensibilità e delicatezza frammenti del proprio vissuto e coinvolge l’ascoltatore nel suo particolare universo.

Geniali le idee messe in campo per la produzione dell’extended play: oggetti di uso comune come il ghiaccio in un bicchiere, (Think Beautiful), le monete in una mano (Tell me Why), le spazzole per capelli (Souleyes) e addirittura i suoni della bocca (Catch Your Breath) sono diventati campionamenti alla base delle costruzioni strumentali. Una texture ricercata che fa di questo EP un autentico gioellino di future soul.

LNDFK – Pocket P Song

LNDFK

Dopo varie esibizioni in giro per l’Italia, consensi di pubblico e critica che le hanno permesso di farsi conoscere meglio dal pubblico, il 28 marzo di quest’anno LNDFK ha lanciato il suo nuovo singolo, Pocket P Song.

La canzone, che si apre con delle note di piano, è un seducente mix di jazz, soul e slow jam accompagnato da rap cantato. Il titolo è nato da un gioco di parole tra “Pocket Pussy” e “Pocket Piano”. Il tema affrontato da Linda è quello del sessismo nel mondo del lavoro, in particolare in quello della musica, dove la donna viene considerata troppo spesso solo un corpo e non una figura professionale.

Lo scopo? Essere considerata per la sua musica e non per il suo aspetto. Lo dimostrano anche le cover scelte per presentare il suo progetto. In Lust Blue, il suo volto è coperto da rettangoli blu, quasi a invitare l’ascoltatore a focalizzarsi sulla sua arte e non sulla sua figura. Nell’artwork di Pocket P Song, in un trionfo di rosa, è presente un evidente messaggio subliminale in forma grafica.

LNDFK è un’artista che ne farà di strada. Le sue canzoni, dal respiro internazionale, sono il frutto di chi ha consapevolezza del suo talento, delle idee e della sfrontata delicatezza di chi è pronto a spiegare le ali e spiccare il volo.

 

Alessia Diano

LNDFK – un originale ed innovativo mix di suoni e colori ultima modifica: 2018-05-07T13:41:29+00:00 da Alessia Diano