Home Festival Treviso 2018, il miglior modo per concludere l’estate.

Mai come quest’anno, da che ho memoria, nel nostro Paese ci sono e ci saranno una serie indefinita  di concerti. Finalmente sembra stiano tornando a passare anche qui da noi, e con una certa insistenza, moltissimi artisti internazionali.

Per fare un esempio: lo stesso giorno i due fratelli Gallagher si sono esibiti su palchi differenti, uno a Milano, l’altro a Napoli, per muoversi poi verso altre città. Senza dimenticarci i concerti del Firenze Rocks. Insomma, per molti c’era e c’è  l’imbarazzo della scelta.

Ben inteso, va benissimo così. E la cosa migliore è che tutto ciò non è di certo circoscritto a questa prima parte dell’estate. Anche perché, prima di salutare la stagione, a Settembre ci attende l’Home Festival di Treviso.

Tuttavia, per quanto i big in cartellone siano stati di altissimo livello, molti di questi eventi sono in realtà degli pseudo festival. Soltanto l’Home si ispira a quella filosofia di festival di respiro internazionale,  come possono essere il Coachella o il Sziget, che tanto ci piacciono e per i quali siamo pronti a volare in tutto il mondo pur di essere presenti.

L’Home festival, nato nel 2010 come uno dei tanti dedicato solo a band italiane, nel corso degli anni ha alzato sempre più l’asticella, arrivando ad ospitare grandi artisti internazionali. Interpol, Simple Plan, Marky Ramone & Wardogs, The Chainsmokers, Martin Garrix, Editors, 2 Cellos,Duran Duran, Frank Carter & The Rattlesnakes, London Grammar, The Horrors, Moderat,sono solo alcuni degli ospiti delle ultime edizioni.

Come dicevo, si tiene a Treviso nel primo fine settimana di Settembre, quest’anno precisamente dal 29 agosto al 2 settembre.  Noi siamo già pronti per assistere ad  un’altra scoppiettante edizione.

Per rendervi più agevole la lettura, indicherò di seguito i nomi più importanti e da non perdere assolutamente.

LA NONA EDIZIONE DI HOME FESTIVAL

Home Festival

DAY1 – 30 AGOSTO

Il giorno 0 (29 agosto) è di solito quello destinato alle presentazioni. Passo dunque direttamente al 30 agosto.

Il Day One parte subito con alcune delle migliori realtà indie rock mondiali. Prima di tutti gli Alt-J, che dopo soli 7 mesi da Roma tornano a farci visita. Seguiti da White Lies, The Wombats, Django Django. Un rock tutto made in UK. Tra i nomi che più risaltano c’è una delle voci più potenti del panorama internazionale: Nic Cester, ovvero il cantante dei Jet, accompagnato in tour con i suoi Milano Elettrica, supergruppo formato da Sergio Carnevale (Bluvertigo), Daniel Plentz (Selton), Adriano Viterbini (Bud Spencer Blues Explosion) Roberto Dragonetti e Raffaele ScognaLa curiosità qui è altissima.

Tra le band nostrane ci saranno i Canova con il loro adrenalinico pop. I Selton tornano per presentare il loro quinto e nuovo album “Manifesto Tropicale”. Dalla squadra di Manuel Agnelli di X-Factor abbiamo Sem&Stènn, duo eccentrico new-wave. Interessante sarà ascoltare dal vivo The André, conosciuto sul web per le rivisitazioni in chiave cantautorale – una voce praticamente identica al Maestro De André – di brani rap e trap . A farci ballare con l’elettronica ci sarà il noto dj inglese Floating Points, alias Sem Sheperd.

DAY2 – 31 AGOSTO

Se il primo giorno è soft, il secondo è l’esatto opposto. Tenetevi in forma e preparatevi per un po’ di lividi. Ritornano all’Home Festival dopo 2 anni i Prodigy, tra i maggiori esponenti del big beat degli anni novanta, divenuti simboli della “rave generation” con Smack My Bitch Up, Firestarter, Voodoo People.

Rimanendo sempre nei nineties, ma spostandoci sul metal, avremo i californiani Incubus, band storica del filone nu metal. Ed ancora, lontani dai palchi per molto tempo, si ripresenteranno al pubblico i Prozac+ per celebrare il ventennale di “Acido Acida“. Sempre da quel di Pordenone, i Mellow Mood ci faranno muovere con il loro reggae che gli ha fatto guadagnare una discreta fama internazionale. Chi invece ci farà scatenare a suon di rock saranno I Ministri, affermatisi come una delle realtà più importanti della scena rock italiana. Oltre ai pezzi della loro ultima fatica discografica “Fidatevi“, ascolteremo probabilmente anche qualche chicca. Torna infine Jack Jaselli con un progetto in italiano “Nonostante tutto”. Il brano non è solo un singolo ma anche il documentario andato in onda su Real Time.

DAY3 – 1 SETTEMBRE

Il giorno 3 è tutto da ballare. Infiammeranno la “Casa” due tra i disc jokey europei più conosciuti al mondo: L’olandese Afrojack e lo svedese Eric Prydz. Se si tratta di ballare non può certo mancare Cosmo. Una serata dedicata alla dancefloor, insomma, tanto che ci sarà anche la rapper mascherata senza peli sulla lingua, la ragazza di Porta Venezia, M¥SS KETA. Sullo stesso palco saliranno anche alcuni dei fenomeni più discussi della scena musicale italiana e del web: la Dark Polo Gang ed Elettra Lamborghini. A qualche persona questi nomi potrebbero far storcere il naso, ma Home Festival è provvisto di vari stage, quindi se non dovessero piacervi potrete andare ad ascoltare qualcos’altro. L’hip hop italiano, infine, sarà rappresentato da Nitro, Frah Quintale, Carl Brave x Franco 126, Rkomi, Quentin40.

DAY4 – 2 SETTEMBRE

La domenica del festival, come da tradizione, sarà dedicata alle famiglie. Arriva a grande richiesta Caparezza. Il buon Capa ha registrato un tour di 20 date sold out, grazie al suo ultimo album “Prisoner 709“. Caparezza è l’artista italiano dell’anno, quindi vale la pena goderselo. Ci sarà spazio sul palco anche per il pop della talentuosa Francesca Michielin. Motta, dal canto suo, proseguirà il suo tour “Motta live 2018” anche a Treviso. E sono tre.

Il rapper bresciano, Mr.Rain, ci presenterà il suo ultimo album “Butterfly Effect”. Chi suonerà le canzoni tratte dall’ultimo album sarà la cantautrice Maria Antonietta.  Anche Joan Thiele,  tornata con un nuovo album dal titolo “Tango” e un nuovo tour, dopo i live in  vari club della penisola e alcuni dei più prestigiosi festival europei, sarà presente in quel di Treviso. Vedremo poi Riccardo Zanotti dei “Pinguini Tattici Nucleari” esibirsi con il suo progetto solista. Presenti anche i torinesi Eugenio in Via Di Gioia che, Insieme al rapper e amico Willie Peyote, hanno conquistato il web con un video live sull’Italo Torino-Roma, arrivando a stupire chiunque. Tant’è che Linus e Nicola Savino li hanno voluti ospiti a Radio Deejay e non hanno alcuna intenzione di fermarsi.

In verità, anche con il solo Caparezza si chiudebbe con il botto.

Personalmente, ho vissuto l’Home 2 anni fa e posso assicurarvi che è stata un’esperienza bellissima. Musica per 4 giorni, spostandosi da uno stage all’altro, un campeggio ben attrezzato, vari svaghi all’interno della vasta area e la conoscenza di tante belle persone. Insomma, un festival nel vero senso della parola. Tutto ciò vi aspetta solo “at Home”, il miglior modo per concludere l’estate.

 

Emanuele Grillo

Home Festival Treviso 2018, il miglior modo per concludere l’estate. ultima modifica: 2018-06-23T17:14:07+00:00 da Emanuele Grillo