III edizione Blond’s Trip – Electronic Music & Art Festival

ANGOLI DI PARADISO

A volte in luoghi inimmaginabili si trovano degli angoli di paradiso. È il caso del “Blond’s Trip – Electronic Music & Art Festival“, festival internazionale di musica elettronica giunto alla sua terza edizione.

L’evento si è tenuto venerdì 5  e sabato 6 Ottobre a Succivo in provincia di Caserta, presso il Casale di Teverolaccio.

I concerti inizialmente dovevano svolgersi all’aperto ma a causa delle avverse condizioni climatiche si è spostato il tutto nelle sale interne della struttura. Tuttavia, non è stato così male. Anzi, a mio avviso, l’imprevisto ha agevolato le esibizioni degli artisti, creando un’atmosfera più particolare, e garantendo semplicità di spostamento da uno stage all’altro.

Il direttore artistico Peppe Guarino, noto per le esperienze con il Rockalvi Festival, nella serata di sabato ha regalato ai presenti un nome internazionale come quello di Perdurabo, ovvero Davide Arneodo (polistrumentista dei Marlene Kuntz), insieme a Shramm (Jorg Wähner, batterista di Apparat). Un misto di elettronica, dall’ambient, al glitch ai suoni più rock. 

I live del 6 ottobre

La serata di sabato ha avuto inizio con il duo Flee, a cui ha fatto seguito il live dei Platonick Dive, trio toscano che fonde chitarra e synth con continui riverberi ed una batteria che ne fa da elemento principale. 

Terzo artista a salire sul palco del Blond’s trip è stato The Delay In The Universal Loop. Questo ragazzo diciannovenne, proveniente dalla provincia di Benevento, è riuscito ad emergere dalla piccola realtà campana, arrivando a suonare negli Stati Uniti. Ascoltandolo si son percepite le sue varie influenze, soprattutto del genere noise.

Spazio poi agli headliner della serata, Perdurabo e Shramm, che hanno eseguito per la prima volta dal vivo il progetto “Komponent“, Ep collaborativo realizzato insieme a Roman Rappak e Philipp Dusseregistrato nel famoso Funkhaus Studio di Berlino. Voce, synth e batteria che si fondono, amalgamando anche elementi prog. Chiusura affidata a Paska Nameless.

Il Blond’s Trip si è rivelata una proposta live molto interessante, da sostenere, sperando che prosegua così nei prossimi anni. Un evento artistico e innovativo che valorizza fantastici territori, a volte sconosciuti, della nostra regione.

 

 Emanuele Grillo

 

III edizione Blond’s Trip – Electronic Music & Art Festival ultima modifica: 2018-10-08T20:12:14+00:00 da Emanuele Grillo