Le terrificanti avventure di Sabrina

Sabrina Spellman, volto iconico degli anni ’90, la strega teen-ager più conosciuta al mondo, torna sugli schermi nuovamente da protagonista con Le terrificanti avventure di SabrinaUna nuova serie targata Netflix, sviluppata da Warner Bros Television ed ambientata a Greendale, “la città dove è sempre Halloween”.

Le terrificanti avventure di sabrina

È dura la vita da strega

Mezza strega e mezza umana, mezza bambina e mezza adulta, Sabrina è costretta, all’alba dei suoi sedici anni, ad intraprendere una scelta. Davanti le si presentano due alternative: la strada del buio, che la costringerà ad abbandonare tutti i suoi contatti umani, compreso l’amato Harvey Knikle, o quella della luce, che le farà perdere tutti i suoi poteri e porterà vergogna e disonore alla famiglia Spellman, dinastia di streghe che verrebbero scomunicate – tutte – dalla Chiesa della Notte.

Assistita dalle zie adottive Zelda e Hilda e dal cugino Ambrose, Sabrina è cresciuta con devozione e rispetto nei confronti del Signore Oscuro. Prerogative che non hanno soppresso, però, il suo spirito rivoluzionario.

La serie, nonostante le inevitabili sovrastrutture irreali e gotiche, affronta tematiche attualissime, come i diritti delle donne. Sabrina e le sue amiche, infatti, fonderanno un club scolastico per la difesa di questi ultimi, denominato WICCA (in riferimento all’omonimo movimento). 

Nel club si professa la libertà di amare il prossimo a prescindere dal sesso e dal contesto in cui si vive. Ne sono testimonianza Ambrose e Susie. Il primo, nonostante si trovi agli arresti domiciliari, riesce ad avere una vita sociale abbastanza attiva. Tanto da incontrare lo stregone che gli ruberà il cuore. La seconda, invece, si scoprirà forte e pronta ad accettare se stessa e a combattere contro si opporrà alla sua emancipazione.

Sabrina, dal canto suo, è una ragazza decisa, e nelle scelte alla testa preferisce lasciar agire il cuore. Malgrado la sua natura da strega, è capace di gestire i suoi poteri senza essere diabolica. Si batte per rivoluzionare i dogmi, le regole ed i riti, ormai obsoleti, del mondo magico a cui sente di appartenere solo per metà. Almeno per ora.

Fin dalla nascita Sabrina è stata un elemento disturbante per il Concilio delle Streghe, poiché nata dall’unione tra una mortale ed il Sommo Sacerdote, figura che incarna il Signore oscuro in terra.

Nei suoi geni, mezzi umani e mezzi magici, c’è quindi quest’indole da leader che non tarderà ad esplodere. La vita di Sabrina è un alternarsi di esorcismi violenti e dolci baci con il suo Harvey, al quale promette eterno amore, nonostante il futuro incerto.

Il commento

Con Le terrificanti avventure di Sabrina incontriamo nuovamente l’Archie Comics e i suoi disegnatori Robert Hack e Roberto Aguirre-Sacasa, creatori di Riverdale. Nella serie, infatti, vi sono numerosi riferimenti a quest’ultima, dato che le città distano pochi km l’una dall’altra.

La serie della streghetta ed il giallo teen-drama sono circondate da un fitto alone di mistero ed ambiguità che ci consentono di considerare la nuova arrivata in casa Netflix (uscita lo scorso 26 ottobre) uno spin-off di Riverdaleche ormai ha conquistato i nostri cuori.

Anche questa volta Archie Comics ha rappresentato in maniera magistrale i personaggi dei suoi fumetti. Che sia opera di qualche incantesimo strano? Chissà!

 

Francesca Panico

Le terrificanti avventure di Sabrina ultima modifica: 2018-11-23T11:57:58+00:00 da Redazione