Apple TV: Netflix non darà i propri contenuti

Apple, il 25 marzo a Cupertino, allo Steve Jobs Theater, sembra pronto a lanciare il proprio servizio di streaming tv. Oltre a contenuti originali, il colosso tecnologico proporrà delle partnership con diversi produttori. Tra questi non ci sarà Netflix. L’amministratore delegato del servizio streaming, Reed Hastings, infatti, è stato chiaro: il loro obiettivo è lasciare che i clienti guardino i loro contenuti esclusivamente sulla piattaforma Netflix.

Sembra che anche Amazon Prime Video Channels e la HBO non si accorderanno con la Apple.

L’offerta video della futura “televisione”dovrebbe spalmarsi tra contenuti prodotti in casa insieme a quelli di altri partner. Apple vuole garantire un’esperienza d’uso semplice e integrata su iOS, offrendo una libreria il più vasta possibile. Accanto ad alcuni titoli pagamento (previo abbonamento), ve ne saranno offerti anche gratuitamente.

Diversi i partner che sembra abbiano già accettato l’offerta Apple: la Starz (della Lions Gate), la CBS (e la relativa rete Showtime) e Viacom.

Apple TV Netflix

Di circa una ventina di produzioni originali, cinque sembrano essere già essere completate, mentre altre sei sono ancora in piena lavorazione. Tra gli show pronti ci sono: Are You Sleeping con Octavia Spencer, il dramma sci-fi For All Mankind, un thriller firmato da M. Night Shyamalan, una commedia creata Rob McElhenney, Charlie Day, Glenn Howerton e Megan Ganz e, infine, una commedia ispirata alla vita della poetessa statunitense Emily Dickinson.

Durante la presentazione potrebbero essere presenti il regista JJ Abrams, con un progetto ancora sconosciuto, Jennifer Aniston con un nuovo show e, forse, Jason Momoa con il dramma fantascientifico See.

Al servizio di streaming se ne affiancherà anche uno per l’informazione, evoluzione di quella che oggi è Apple News: un aggregatore gestito da una redazione giornalistica che cura articoli e video prodotti dagli editori partner. Apple News è gratuito ma il nuovo modello potrebbe diventare a pagamento. Ancora lontani gli accordi con i colossi giornalisti americani quali New York Times e Washington Post.

Non resta che aspettare il 25 marzo per avere conferma di questi rumors.

 

Leonardo Cantone

Apple TV: Netflix non darà i propri contenuti ultima modifica: 2019-03-19T17:19:56+02:00 da Leonardo Cantone