Il Punk Tour di Gazzelle fa “scintille” al Palapartenope

Un arrivo trionfale quello di Gazzelle al Palapartenope per la prima data al sud del suo Punk Tour. La fortunata tournée, partita lo scorso 1 marzo dal Mediolanum Forum di Assago, sta portando l’artista ad esibirsi sui palchi dei club e dei palazzetti più importanti d’Italia per far conoscere al pubblico il suo nuovo album, per l’appunto Punk.

Un successo dirompente che in poco più di due anni ha reso Gazzelle uno degli artisti della scena indie italiana più amati dai giovani.

Milioni gli ascolti in streaming e le visualizzazioni dei suoi video musicali su Youtube.

Il Punk Tour ha registrato diversi sold out. Anche la data napoletana, inizialmente prevista alla Casa della Musica, è stata spostata al Palapartenope proprio per la grande richiesta da parte del pubblico.

Chi è Gazzelle

Imagine british, atteggiamento indolente, Gazzelle, al secolo Flavio Pardini, è uno che ha fatto del disagio esistenziale, raccontato nell’immediatezza dei testi, il suo punto di forza.

Cresciuto con la musica di Beatles, Oasis, Rino Gaetano e Vasco Rossi, esordisce nel 2017 con l’album Superbattito, composto da 8 tracce, dal quale vengono estratti i singoli Quella te, Nmrpm e Zucchero filato. Più che positivo il riscontro di pubblico e critica musicale. Nel marzo del 2018, infatti, segue una versione deluxe del disco, Megasuperbattito contenente nuovi brani.

Punk, prodotto da Federico Nardelli per Maciste Dischi,  è uscito il 30 novembe. Già tre i singoli estratti: Tutta la vita, Scintille e Sopra.

Il titolo dell’album è chiaramente una provocazione, “punk” non si riferisce al genere musicale, quanto piuttosto all’attitudine con la quale il disco è stato registrato. Gazzelle, in maniera libera, quasi sregolata, ha deciso di non seguire le richieste del mercato. 

Ha realizzato un album uscito dalle viscere, una sorta di auto psicoanalisi di cui si è servito per risolvere i suoi problemi esistenziali.

I testi raccontano, perciò, nella loro semplicità, la vita di un ragazzo qualunque. Amori, delusioni, incertezze.

Una scrittura immediata che arriva dritto al punto, come un pungo allo stomaco. Le canzoni di Gazzelle, composte quasi come degli haiku, sono fotografie di vissuto, intense considerazioni sulla precarietà di equilibrio della gioventù moderna.

Gazzelle Punk

Il concerto al Palapartenope

Gazzelle sale sul palco alle 21:00, in perfetto orario.

Occhiali scuri, trench verde, nuova capigliatura biondo platino. Sul maxischermo lo accompagna l’amichevole scritta “ciao regà”. Il brano che dà il via all’esibizione è Meglio così.

La folla è straordinariamente partecipe. I ragazzi cantano e ballano per l’intera durata del live.

Il concerto prosegue senza soste con un’alternanza perfetta dei brani dell’album di debutto – tra cui Nmrpm, Sayonara e Meltinpot – e le nuove canzoni. Da vera star, Gazzelle chiede due volte che gli venga portato sul palco del gin tonic (Supersonic degli Oasis docet).

Tutta la vita, Non sei tu e Quella te e Scintille i brani sentiti come dei veri inni. Pubblico in visibilio. Un oceano di smartphone al cielo. Sul palco anche un quartetto d’archi ed una musicista allo xilofono.

Durante l’esibizione, Flavio ringrazia spesso il pubblico e chiede applausi per i suoi musicisti.

Il momento più emozionate con Coprimi le spalle, “la mia canzone preferita”, afferma l’artista.

Il concerto termina alle 22:30 con il bis di Tutta la vita.

Volti felici, abbracci. Lo spettacolo offerto dall’artista romano ha rappresentato per il pubblico un momento di unione e di scambio. Le canzoni che, grazie alle sonorità orecchiabili ed ai ritornelli perfettamente centrati, possono risultare ad un primo ascolto “leggere” in realtà non lo sono affatto. È una leggerezza apparente. In molti brani, infatti, prevale la disillusione ed il senso di solitudine: sentimenti comuni della gioventù odierna.

È questo il suo segreto: da vero poeta metropolitano sa parlare ai giovani con lo stesso linguaggio.

E dopo il tour invernale tonerà in scena nei  festival estivi.

Gazzelle | Punk Tour – Set list

 

Meglio Così | Smpp | OMG | Non c’è niente | Nmrpm

Sbatti | Punk | Meltinpot | Sayonara | Tutta la vita | Greta

Balena | Scintille | Nero | Zucchero filato | Sopra 

Coprimi le spalle | Non sei tu | Quella te | Tutta la vita

Alessia Diano

Il Punk Tour di Gazzelle fa “scintille” al Palapartenope ultima modifica: 2019-03-16T13:02:13+02:00 da Alessia Diano