Aretha Franklin riceve il Premio Pulitzer “Special Citation”

Aretha Franklin, straordinaria ed iconica artista statunitense, è stata insignita del Premio Pulitzer “Special Citation”. La motivazione di tale onorificenza recita: “per l’indelebile contributo alla musica e alla cultura americana degli ultimi cinquant’anni”.

La “Regina del Soul” è morta lo scorso 16 agosto 2018 dopo una lotta contro un tumore al pancreas, all’età 76 anni. Il Premio è stato consegnato alla giornalista Dana Canedy, durante la cerimonia tenutasi il 15 aprile alla Columbia University di New York.

Dal 1918, anno della sua istituzione, il Premio Pulitzer ha assegnato soltanto 44 Menzioni Speciali a musicisti. Tali menzioni hanno visto premiati alcuni tra i più grandi musicisti jazz, come Duke Ellington, John Coltrane, Thelonious Monk e George Gershwin.

Ma tale premio segna più di un primato. Aretha Franklin è, infatti, la prima donna e la prima musicista solista a ricevere un premio Pulitzer postumo.

Non è l’unico primato della “Soul Lady”. Nel 1987, infatti, fu la prima donna ed essere inclusa nella Rock and Roll Hall of Fame.

La cantante, nata il 25 marzo del 1942, aveva già ricevuto un riconoscimento per l’apporto al mondo della cultura grazie alle tematiche sociali e civile dei suoi brani. Nel 2005 fu, infatti, premiata con la Medaglia Presidenziale della Libertà (Presidential Medal of Freedom), un’onoranza civile conferita dal presidente degli Stati Uniti.

Il Premio Pulitzer postumo testimonia l’importanza e la grandezza di un’artista come Aretha Franklin.

Grazie alla sua voce è riconosciuta, non solo come icona musicale blues e jazz, ma un esempio di cultura e arte nella sua forma più pura.

 

Leonardo Cantone

Aretha Franklin riceve il Premio Pulitzer “Special Citation” ultima modifica: 2019-04-17T10:29:43+02:00 da Leonardo Cantone