Creation Stories: i tempi d’oro della britishness stanno tornando

Creation Stories è il biopic che vede come protagonista l’illustre produttore discografico britannico Alan McGee. Quest’ultimo può vantare, infatti, di aver lanciato grandi band nel mondo della musica, tra cui The Jesus and Mary Chain, Slowdive, Primal Scream, ma soprattutto gli Oasis.

Il titolo fa riferimento al nome della casa discografica Creation Records fondata dallo stesso produttore nel 1983 e, purtroppo, chiusa nel 1999, quasi al tramonto della scena britpop.

L’intento dell’opera è quello di riportare in auge le chitarre elettriche, di cui McGee sente ampiamente la mancanza.

“Sto facendo questo perché amo il rock ‘n’ roll” 

“It’s ‘Trainspotting’ does Creation”  

“È  Trainspotting che fa Creation”, queste le parole di Alan McGee riguardo il suo Creation Stories.

Difatti, è stato selezionata una crew incredibile per questo progetto.

Innanzitutto la produzione esecutiva è nelle mani di quel genio di Danny Boyle. Si occuperanno, invece, della sceneggiatura le teste calde di Irvine Welsh e Dean Cavanagh. Se si aggiunge che McGee sarà interpretato da Ewen Bremner – celebre per il ruolo di Spud in Trainspotting –, non solo si comprende il motivo del riferimento alla celebre pellicola del 1996 (in quanto tutti i precedenti citati hanno contribuito alla realizzazione del cult), ma anche quanto le aspettative siano alle stelle.

Inaspettatamente il ruolo di regista non sarà di Danny Boyle, ma nelle mani di Nick Moran.

Creation Records sullo schermo  

Si ricordi che non si tratta del primo lavoro riguardante la Creation Records.  Nel 1998 è uscito un episodio di Omnibus per la BBC dal nome Alan McGee: The man who discovered Oasis. Dodici anni dopo, nel 2010, la Document Productions ha realizzato Upside Down: The Creation Records Story.

 

Dove e quando 

Finalmente, il sogno del produttore scozzese (e quello di tutti noi) sta per realizzarsi. Verso la fine di maggio di quest’anno avranno inizio le riprese a Londra.

L’ex capo della Creation Records definisce Creation Stories questo progetto “quite funny” (piuttosto divertente). Non abbiamo dubbi invece che sarà pazzesco. 

 

Assunta Urbano

Creation Stories: i tempi d’oro della britishness stanno tornando ultima modifica: 2019-04-17T09:31:40+02:00 da Assunta Urbano