Max Gazzè al Goa Boa con il suo On The Road Tour

Il tour estivo di Max Gazzè fa tappa al Goa Boa Festival 2019. Il concerto ‘On The Road’ in quel di Genova è previsto per oggi 19 Luglio. A fare da sfondo la suggestiva cornice del Porto Antico del capoluogo ligure, già teatro di innumerevoli rappresentazioni artistiche e, soprattutto, sede ‘spirituale’ della famosa kermesse della riviera di levante.

Max gazzè

Cenni storici per marziani ed entità estranee a questo universo.

L’ironia non è poi tanto velata: se non sai chi sia Max Gazzè il tuo io più recondito può nascondere un deficit anche abbastanza grave. Ad ogni modo, qualora davvero non ne avessi cognizione, ci siamo qui noi.

Dunque, Massimiliano Gazzè, nato a Roma sul finire negli anni sessanta, figlio di cotanto padre dalle origini trinacrie. Se parliamo di uno dei musicisti e compositori più ‘europei’ a cui lo stivale abbia dato i natali, non è un caso. Difatti Max Gazzè ha vissuto l’infanzia e gran parte della giovinezza tra Belgio, Francia e zone limitrofe.

Sin da bambino è completamente immerso nel mondo della musica. Il basso elettrico è la sua naturale estensione, anche se non gli mancano mezzi e conoscenze per suonare altri strumenti. Prima di raggiungere la sua caratteristica forma espressiva che oggi tutti conosciamo, ha masticato tanto jazz, e non solo si sente ma si ‘vede’, scritto sulla paletta del basso che suona con maggiore frequenza: un fender jazz a quattro corde (quando non appare in contrabbasso).

Il ritorno in Italia e l’inizio della carriera da cantautore.

Torna a Roma agli inizi degli anni novanta approfondendo due aspetti della carriera musicale: il primo in virtù di produttore; il secondo come arrangiatore e compositore.

Inutile dire che la veste creativa è quella che gli calza meglio e gli corrisponde maggiore soddisfazione. Nell’ambiente romano farà la conoscenza di altri due grandi, ovvero Daniele Silvestri e Niccolò Fabi. Con i due Max Gazzè instaurerà non solo un proficuo rapporto di collaborazione, ma anche una solida amicizia che li porterà tutti e tre, assieme, a girare l’Europa nel tour che accompagna il disco Il Padrone Della Festa (2014).

Prima di ciò, l’esordio da solista nel 1996 con l’LP Contro Un’Onda Del Mare. Il vero boom mediatico arriva però col singolo Cara Valentina, dove si scorgono in qualità di comparse sia Daniele Silvestri che Federico Zampaglione dei Tiromancino. La canzone è un’anteprima dello stile che, più o meno, sarà sempre presente nelle sue composizioni. Soluzioni musicali articolate, voce mai aspra e con innesti di tanto in tanto di falsetti al fine di creare un’altalena estensiva di note che negli anni hanno rapito praticamente tutti.

Nel 1998 esce uno dei dischi più famosi, dal successo commerciale e di critica: Favola Di Adamo Ed Eva. Segue la prima partecipazione al Sanremo giovani, a trent’anni, col brano Una Musica Può Fare. Opera variegata con testi sempre pungenti nella loro relativa semplicità dove l’autore ha saputo mescolare vari generi musicali, dal pop, al rock fino al funk senza lasciare nulla al caso e sempre con un occhio di riguardo verso un rigo melodico apprezzabile da chiunque possegga due orecchie, ma anche una sola.

L’anno successivo è il momento per Max Gazzè di riprovare l’esperienza all’Ariston. La canzone scelta è Il Timido Ubriaco, inserita nel terzo disco del musicista intitolato proprio Max Gazzè. Se in gara la risposta è timida, appunto, non si può dire lo stesso per come viene successivamente apprezzato l’album al di fuori della kermesse. Da qui in avanti sarà solo un perfezionamento continuo ed inarrestabile.

Le mille e più risorse di un artista a tutto tondo.

Negli ultimi venti anni Max Gazzè si è letteralmente speso in infinite attività. Duetti, collaborazioni, coverband, tribute band e chi più ne ha più ne metta. Tutto questo mentre continuava a sfornare dischi di pregiata fattura. Ma non finisce qui, la commistione di stili e generi – in questo caso artistici – lo hanno portato anche sul grande schermo in qualità di attore e doppiatore. Celebre il ruolo di Franco Cardillo, contrabbassista dal mutismo selettivo auto imposto nella pellicola Basilicata Coast To Coast di Rocco Papaleo. Correva l’anno 2010 e per quell’occasione scrisse la canzone Mentre Dormi, vincitrice del premio Mario Camerini.

Come rompere un crudo racconto fatto di parole?

Per riuscire ad andare oltre il muro costituito da vuote parole (in questo caso mi tocca ammetterlo) è necessario un approccio diretto e coinvolto.

Max Gazzè, tra le decine di appuntamenti previsti dal On The Road Tour, farà tappa al Goa Boa Festival 2019 giovedì 19 Luglio presso il Porto Antico di Genova. Assieme a lui si alterneranno sul palco anche Rovere, Emmanuelle, Dimartino e tanti altri artisti.

Per maggiori informazioni sull’evento potete consultare il Sito Ufficiale della rassegna.

Mario Aiello

Max Gazzè al Goa Boa con il suo On The Road Tour ultima modifica: 2019-07-19T12:01:51+02:00 da Mario Aiello