Banzai Banana: un esordio spensierato ed arguto nei contenuti.

I Banzai Banana sono una band vicentina giovane per nascita (metà 2018) ma matura per composizione.

Banzai banana

I quattro elementi plasmano il progetto indie punk rock, in tassativo italiano, attorno all’intuizione avuta dai fratelli Daniele e Davide Minore – rispettivamente voce/chitarra e batteria – di uscire dalla precedente esperienza per fondarne una nuova. Al loro primordiale suggerimento si uniscono Federica Briguglio (voce) e Luciano Rizzato (basso). Prende forma così l’identità musicale dei Banzai Banana, contraddistinta da una certa leggerezza dell’impianto sonoro contrapposta alla diretta proposta lirica, non per sensazionali qualità vocali bensì per schiettezza dei testi.

Le scorribande del collettivo non tardano ad arrivare, siamo in primavera del 2019. Attività live anticipata dalla produzione dell’EP di esordio omonimo, Banzai Banana, dell’autunno/inverno precedente.

La genesi delle breve selezione, uscita il 31 Ottobre, può essere interpretata come necessità di creare un nucleo consistente al fine di fargli gravitare tutto il resto attorno: concerti, apparizioni, e così via.

Cosa aspettarsi, de facto, dalla proposta musicale di Banzai Banana.

Nella produzione è stato previsto anche l’uso di tastiere e synth. Innesti ai quali, a mio modesto parere, viene ritagliato fin troppo spazio. Parliamo di una struttura assimilabile comunque al famigerato ‘gruppo a tre’. Quindi, come da tradizione, enorme spazio alla chitarra (qui con poca distorsione), strimpellata fino a farsi sanguinare i polpastrelli. Dall’altra parte il basso, senza strafare, con linee omogenee e ben definite. Alle spalle la batteria, vero pepe della compagine. Davanti, sia in senso figurato che materiale, le voci di Daniele e Federica. La seconda più in disparte, purtroppo.

Banzai banana
Banzai Banana – Copertina EP

Banzai Banana Ep: le tre tracce.

Si comincia con Come Incenso, che assurge a ruolo di singolo, anche se volendo è l’intero contesto ad essere un ‘singolo’ canonico e largamente riconosciuto. Si parla di realtà oniriche, dove la rincorsa di una donna è tormentata da separazioni e riavvicinamenti. Tutto immerso nella metafora dell’incenso che brucia. L’incenso di per sé ha senso proprio quando viene bruciato. I fumi, gli odori e le percezioni derivano tutte da quel momento. Pezzo ritmato con strofe a basse dinamiche (basso e batteria), linea orecchiabile del binomio voce lui/lei. Ritornelli ampi e ricchi di chitarra, tutto unito dagli innesti di cui parlavamo poco fa.

Vuoti Da Riempire riprende struttura e piglio del brano precedente. La discriminante (a favore) è nella lirica, ovvero nel messaggio che lancia: ci si ritrova spesso in momenti di vita tendenti al buio. Andare avanti senza meta né obiettivi. Ma si può grattare via la patina nera che abbiamo davanti per raggiungere un bianco puro, da colorare come meglio si crede. Riscatto. Rivalsa. Questo si evince parafrasando il testo dei Banzai Banana.

Chiude Punk Borghese. Canzone che si differenzia leggermente dalle sue due compagne di avventura. Stampo punk ‘tradizionale’, con riff da canticchiare in imprescindibile “la, la, la”. E qui, tra ‘coscienza di classe’ e moderno intento rivoluzionario, si vanno a delineare le tante, ma tante, contraddizioni sociali e culturali della civiltà moderna. Secondo me si possono addirittura scorgere due punti di vista, a seconda di quanto ci si affidi letteralmente alle parole: Da una parte un’attrice cosciente e provocatrice; dall’altra una protagonista afflittiva e passiva dei suoi stessi atteggiamenti.

Uno e trino.

L’esordio dei Banzai Banana si esprime su concetti chiari e strutture musicali non complesse. Tre canzoni ‘veloci’ per i piedi ma ‘lente’ per l’intelletto. La duttilità di lasciare un messaggio che faccia riflettere, mentre il corpo segue le onde corte dei suoi che incitano al movimento.

Per maggiori informazioni rimandiamo alla Pagina Ufficiale della band.

Mario Aiello

Banzai Banana: un esordio spensierato ed arguto nei contenuti. ultima modifica: 2019-11-02T12:29:29+01:00 da Mario Aiello
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.