Presentato a Napoli L’immortale di Marco D’Amore, da oggi al cinema

Ciro di Marzio è vivo e torna sul grande schermo con L’Immortale, spin-off della celebre serie tv Gomorra che ha avuto come protagonista,  fino alla terza, proprio Marco D’Amore.

La pellicola rappresenta un capitolo a sé stante, che si intreccia tuttavia e prende spunto dalle vicende di Gomorra per muoversi su binari paralleli a ciò che è accaduto fino a ieri. Il film, in vero, funge da ponte tra la quarta stagione, trasmessa la scorsa primavera da Sky, con D’Amore a firmare la regia di alcuni episodi, e la quinta che verrà.

L'immortale

L’immortale nelle sale dal 5 Dicembre

L’immortale è ambientato tra la Napoli degli anni ’80 post-terremoto e la capitale della Lettonia, Riga, degli anni moderni. La storia è un continuo dialogo tra il Ciro esiliato sul Baltico e il suo passato da orfano.

Il film si apre con l’immagine del corpo di Ciro che sta affondando nelle acque scure del Golfo di Napoli, colpito al petto da Genny Savastano. E mentre sprofonda, affiorano i ricordi. I suoni attutiti dall’acqua si confondono con le urla di persone in fuga… è il 1980 e la terra trema, i palazzi crollano ma sotto le macerie si sente il pianto di un neonato sopravvissuto: è Ciro, che da quel giorno in poi verrà chiamato da tutti l’Immortale.

Nel raccontarci il personaggio Ciro Di Marzio, D’Amore definisce l’Immortale come il male assoluto, ma anche la tenerezza improvvisa di una carezza.

Ciro è una vetta insormontabile o un abisso senza fondo, a seconda da quale punto di vista lo si osservi. È un essere umano totale, conflittuale, tridimensionale. Ha la potenza dei grandi protagonisti della letteratura teatrale come l’Amleto o lo Jago di Shakespeare, il Caligola di Camus.

L’immortale | IMMAGINI

La gallery della conferenza stampa di presentazione de L’immortale di Marco D’Amore, presso l’Hotel Vesuvio di Napoli, è a cura di Gianluca Mennitto – © Copyright 2019 – Tutti i diritti riservati.

Per ulteriori contributi fotografici e video visita i nostri canali instagram e facebook

(clicca sulle immagini per ingrandirle)