The Mandalorian – episodio VII: un recap per il rush finale

The Mandalorian è ormai agli sgoccioli. Non a caso, il settimo episodio sembra essere un prologo ansiogeno alla fine della prima stagione.

Mando è sempre in fuga, cosa che sa non potrà continuare per sempre. Il bambino (Baby Yoda) è costantemente in pericolo, sempre braccato, così come lo stesso cacciatore di taglie. Arriva una proposta salvifica dal suo vecchio capo gilda. Una proposta allettante, anche troppo, che Mando sospetta essere un doppio gioco. Ma, effettivamente, potrebbe essere l’unico modo per salvare il piccolo.

Fortunatamente per lui, durante la fuga, Mando si è fatto degli alleati che ora pensa di reclutare per avere una piccola squadra a protezione di Baby Yoda.

È chiaro che queste sono le tipiche situazioni in cui se qualcosa deve andare storto di certo accadrà

The Mandalorian – Un recap prima del finale

Com’è giusto che sia, questo settimo episodio di The Mandalorian recupera le fila di quelli precedenti. Tornano insomma i personaggi che Mando ha incontrato nelle prime  quattro puntate.

Il senso di circolarità, di “eterno ritorno”, di predestinazione verso qualcosa, sono elementi che da sempre hanno accompagnato la saga di Star Wars. Non stupisce, dunque, ritrovare setting e personaggi già incontrati, nonostante il racconto di una fuga “on the road”. O meglio: “on the spaceship”.

The mandalorian

Narrativamente, infatti, la serie sta prendendo una forma più definita. Quella che sembrava essere un plot destinato alle diverse (dis)avventure del Mandaloriano in fuga con Baby Yoda, si mostra in forma più compatta.

Gli episodi centrali dunque, sono stati utilizzati per presentare personaggi ed intrecciare relazioni tra questi, così da riunirli nel finale di stagione. Dopotutto, per quanto i salvataggi all’ultimo secondo di alcuni di essi, che ritornano fortuitamente, non siano estranei al mondo di Star Wars, dato il tono della serie, qui sarebbe stata oltremodo forzata.

Lo stratagemma narrativo di anticipare elementi che ritorneranno con forza in seguito è alla base della costruzione seriale. E The Mandalorian non fa eccezione.

FORMULA CHE VINCE NON SI CAMBIA

È innegabile che The Mandalorian sia stato fatto principalmente per i fan. Al contrario della nuova trilogia filmica che ha preso derive schizofreniche nel suo rapporto con i fan, la serie sul Mandaloriano, invece, rimane salda nel suo mood fino a questo settimo episodio.

La serie continua, come già chiarito, ad essere fruita autonomamente, anche dagli estrani al mondo di Star Wars. Ma la forza di appartenere ad un mondo già ben codificato permette scelte artistiche che rafforzano il legame con il fan.

The Mandalorian pesca e rielabora a piene mani da tutto l’universo transmediale di Star Wars. E dopo le serie a cartoni animati, ora tocca agli spin off, essere citati. Rogue One, infatti, sembra essere l’oggetto narrativo, al centro dei riferimenti della puntata. Non solo citazioni, ma anche riproposizioni di dinamiche e ruoli narrativi già portati al cinema dallo spin off.

La bravura degli autori di The Mandalorian, però, è quella di non “forzare” tutto questo nella puntata, quanto renderlo fluido nell’ecosistema globale della serie. Dopo il finale shockante della puntata, non resta che aspettare, con molta ansia, l’ultimo episodio per capire quale destino è stato stabilito per Mando e Baby Yoda.

Di sicuro, non sarà una strada facile.

 

Leonardo Cantone

The Mandalorian – episodio VII: un recap per il rush finale ultima modifica: 2019-12-21T13:12:29+01:00 da Leonardo Cantone