Covid-19: rimborso per il concerto cancellato di Paul McCartney

L’eterna lotta tra pubblico dei grandi eventi live e promoter, su un campo di battaglia tutto digitale dove non sono mancati i colpi bassi attraverso l’arma del voucher, sta per vivere un nuovo, emozionante capitolo.

Questa volta a poter tirare un sospiro di sollievo sono gli utenti abituati ad organizzare piani vacanze, planning delle spese e spostamenti con diversi mesi d’anticipo pur di assistere ad un concerto del proprio idolo, persone che hanno dovuto fare i conti con l’ecatombe degli eventi operata dal Covid-19.

 

Concerto Paul McCartney, rimborsi in arrivo

 

Uno dei principali punti di scontro tra domanda ed offerta è stato il concerto di Paul McCartney, gestito dal promoter D’Alessandro e Galli: confermato l’annullamento del concerto (quindi non lo spostamento a data successiva), l’azienda ha proposto un voucher da spendere per altri eventi organizzati dallo stesso promoter; non propriamente la soluzione se (per esempio) io fan dei Metallica mi ritrovo a dover compensare 100€ di biglietto andando a vedere Achille Lauro e magari Drake.

Ebbene, attraverso un post pubblicato sulla propria pagina Facebook, D’Alessandro e Galli ha annunciato la possibilità di richiedere il rimborso monetario completo del biglietto per Paul McCartney, Lenny Kravitz e Hollywood Vampires. Ecco il testo della nota diramata.

In relazione ai concerti di Paul McCartney, Lenny Kravitz e Hollywood Vampires che hanno subito la cancellazione a causa dell’emergenza epidemiologica, D’Alessandro e Galli comunica che procederà al rimborso monetario per i suddetti eventi. Chiediamo al gentile pubblico ancora un po’ di pazienza per definire tempi e modalità di rimborso che ci ripromettiamo di rendere noti entro il prossimo 10 Settembre.

D’Alessandro e Galli

Avatar

Giornalista | Creativo | Esperto di Comunicazione Direttore di Scè da aprile 2018, collaboro con diverse testate e mi occupo di ufficio stampa e comunicazione digitale. Unico denominatore? La musica.