Dopo quarant’anni Roberto Vecchioni ristampa “Montecristo”

L’ormai consueta passerella delle release discografiche del venerdì si impreziosisce, per il 23 ottobre, con il ritorno alle stampe di uno degli album storici del cantautorato italiano. Roberto Vecchioni ha infatti annunciato che nel quarantesimo anniversario dalla pubblicazione ufficiale verrà pubblicata un’edizione limitata in vinile di “Montecristo”, con artwork originale, busta esterna a tripla anta, busta interna e inserto con illustrazioni del compianto Andrea Pazienza, che ha contribuito in molteplici occasioni alla causa discografica di svariati artisti italiani (impossibile dimenticare il sodalizio con Enzo Avitabile).

 

 

Un disco prezioso per qualità artistica e per cifra stilistica degli ospiti coinvolti: Lucio Dalla, Eugenio Finardi, e Antonello Venditti, solo per citare i nomi più grossi.

Questo disco, che per la prima volta vedrà la luce in versione CD ed in digitale, è stato al centro di una causa legale vinta dall’ex etichetta discografica di Roberto Vecchioni all’epoca.

La Ciao Records fece valere le proprie rivalse contrattuali nei confronti della Philips, ottenendo il ritiro dal commercio del disco e la distruzione dei master analogici originali, rendendo impraticabile la stampa su compact-disc dell’album.

 

Vecchioni montecristo

“Montecristo è per me come un figlio perduto, partito e mai tornato. L’ho amato da lontano in quella sua specie di esilio e lo ritrovo con una gioia smisurata. È tutto di nuovo lì: il disco, il mio Andrea Pazienza, lo smarrimento di allora, il “ciondolo” del ricordo, la voglia di nascondermi, la donna perduta in una città ormai senza donne. Non sapevo allora che avrei trovato l’altra, quella per sempre.

Avatar

Giornalista | Creativo | Direttore di Scè da aprile 2018. Collaboro con diverse testate e mi occupo di ufficio stampa e comunicazione digitale. Unico denominatore? La musica.