Andrea Laszlo De Simone apre il 2021 con “Vivo”

Torna a farsi sentire Andrea Laszlo De Simone, che apre il 2021 (ed in realtà, chiude il 2020) con un nuovo singolo intitolato “Vivo”, firmato da 42 Records e Ekleroshock/Hamburger Records.

Una ballad a metà fra crooning e belcanto all’italiana che traina un progetto audiovisivo decisamente più coraggioso.

Il brano, infatti, era stato presentato attraverso il sito https://vivo2021.tv/ online per sole dodici ore a cavallo tra 31 dicembre e primo gennaio: era possibile visionare camere collegate in diretta da ogni angolo del globo, mentre si ascoltava in anteprima il brano. Da alcuni giorni il sito è tornato fruibile in pianta stabile, regalando sensazioni continuamente inedite attorno al senso della canzone.

Andrea Laszlo De Simone non è nuovo a sperimentazioni audiovisive del genere, tenendo sempre in particolare riferimento la data del 31 dicembre. Nel 2018, infatti, pubblicò a sorpresa un cortometraggio animato intitolato “Sparite Tutti”, per chiudere il cerchio attorno al disco “Uomo Donna”; nello stesso giorno del 2019, invece, è toccato al mediometraggio per il disco “Immensità“. Ora un nuovo tassello per un progetto che prova ad espandere il suo perimetro d’azione, in attesa di sviluppi discografici.

 

Andrea Laszlo De Simone – Vivo – Testo della canzone

 

Vivo
Ma non ho scelta né un motivo
Il mondo è un tipo irrazionale
Fa come vuole
Non dà nessuna spiegazione

Vi conviene
Cogliere il tempo che rimane
Prima che smetta di bruciare
Dentro al tuo cuore
Anche il più piccolo ideale
Che sta tremando di terrore

Lo so bene
La vita è breve e pure stretta
Ma la tua mente è una gran sarta
Che cuce in fretta
Il tempo di una sigaretta

Che fa bene
A chi ha la luna maledetta
E dalla vita non si aspetta
Che sia perfetta
Si gode quello che gli spetta
Perché si muore troppo in fretta

Tu sai che ti conviene
Finger di non sapere
Che il mondo è verticale e vai giù
Insieme alla tua tempra morale
Che teme di invecchiare
E di dimenticare
Come si cambia in fretta

Potrebbe interessarti la recensione di “Immensità”…

Un anno di “Immensità” per Andrea Laszlo De Simone

Avatar

Giornalista | Creativo | Direttore di Scè da aprile 2018. Collaboro con diverse testate e mi occupo di ufficio stampa e comunicazione digitale. Unico denominatore? La musica.