Migliorano le condizioni di Joseph Capriati, accoltellato dal padre

Condizioni di salute in fase di miglioramento per Joseph Capriati; il DJ noto a livello internazionale è protagonista di un fatto di cronaca che, purtroppo, evade dalla sfera artistica.

Tra venerdì e sabato il music selector 33enne è stato accoltellato dal padre durante una violenta lite familiare. Giuseppe Capriati (questo il nome all’anagrafe), ricoverato d’urgenza all’Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano della natìa Caserta, è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico di pleurostomia con conseguente drenaggio perché il fendente aveva danneggiato un polmone. L’equipe medica attualmente esclude il pericolo di vita, ma la prognosi resta riservata.

Sulla vicenda indaga la Questura di Caserta: il padre della vittima, vice commissario della polizia penitenziaria in pensione, sarebbe intervenuto per sedare un alterco tra Joseph Capriati e la madre. Gli inquirenti parlano di ferita potenzialmente mortale, molto profonda; Pietro Capriati, di 61 anni, ha chiamato i soccorsi subito dopo aver commesso il folle gesto. Al momento è ristretto al carcere di Santa Maria Capua Vetere a seguito dell’arresto e dell’interrogatorio che ha portato al fermo.

Seguiranno ulteriori aggiornamenti con l’auspicio che possa presto tornare in attività il talentuoso producer nostrano. I più recenti risvolti artisti di Joseph Capriati avevano portato alla collaborazione con James Senese in New Horizons, contenuta nell’album “Metamorfosi” dello scorso anno.

Giornalista | Creativo | Direttore di Scè da aprile 2018. Collaboro con diverse testate e mi occupo di ufficio stampa e comunicazione digitale. Unico denominatore? La musica.