Justin Timberlake si scusa con Britney Spears e Janet Jackson

Tornare sul passato per evitare ripercussioni in futuro: sembra muoversi in questa direzione l’operato di Justin Timberlake, che ha pubblicamente rilasciato una dichiarazione con delle scuse a Britney Spears e Janet Jackson.

Timberlake ammette chiaramente di aver approfittato di un sistema misogino e razzista, scusandosi con entrambe le pop star. Ecco la traduzione italiana di quanto ha dichiarato a mezzo social.

Ho visto messaggi e commenti, e voglio rispondere in prima persona. Sono profondamente rammaricato per tutte le volte che le mie azioni hanno contribuito ad accrescere il problema [misoginia e razzismo, ndr.], quando ho detto cose fuori luogo o non ho preso posizione per quello che è giusto. Ho capito di aver tratto beneficio da un sistema che è indulgente verso la misoginia ed il razzismo.

Voglio scusarmi, nello specifico, con Britney Spears e Janet Jackson, perché ho a cuore queste persone, le rispetto e so di aver commesso errori nei loro confronti.

Ho anche sentito la necessità di rispondere perché tutte le persone coinvolte meritano il meglio e perché è una porzione di un discorso molto più grande; ho le migliori intenzioni per partecipare e crescere.

Il music business è imperfetto. Permette agli uomini, in particolare gli uomini bianchi, di raggiungere il successo. È un percorso designato. Come persona che ha una posizione privilegiata, devo esprimermi. Perché a causa della mia ignoranza, non ho riconosciuto queste dinamiche proprio mentre mi accadevano e non voglio più trarre dei benefit prevaricando gli altri.

Non sono stato perfetto in larghi tratti della mia carriera. So che queste scuse sono solo il primo passo e non cancellano il passato; voglio fare una presa di coscienza sulle mie mancanze ed essere parte di un mondo che riesce ad evolversi e supportarsi.

Ho a cuore il benessere delle persone che amo e che ho amato. Voglio fare di meglio e posso fare di meglio.

Perché Justin Timberlake si scusa con Britney Spears e Janet Jackson?

Perché Justin Timberlake si scusa con Britney Spears e Janet Jackson?

 

Justin Timberlake si riferisce a momenti molto precisi: la fine della relazione con Britney Spears (intercorsa tra il 1999 ed il 2002) che ha portato l’artista statunitense a scrivere Cry Me A River“. Nel testo di questa hit devastante vengono resi pubblici particolari privati della loro relazione, in particolare i tradimenti commessi da Britney Spears.

Nel caso di Janet Jackson, invece, la memoria torna all’anno 2004, all’halftime show del Super Bowl reso celebre dalla “svestizione” di Janet Jackson ad opera di Justin Timberlake.

All’epoca venne sollevato un putiferio, c’erano chiari sentori di manovra commerciale e marketing ma la diretta interessata aveva negato coinvolgimenti in tal senso. Ora Justin Timberlake prova a gestire, a metà tra consciousness e malizia da navigato comunicatore, la coda lunga e le eventuali ripercussioni di eventi impolverati dal corso degli anni, ma che potrebbero deflagrare improvvisamente come un residuato bellico inesploso.

Marilyn Manson e Shia LaBeouf ne sanno qualcosa.

Tutti gli abusi di cui è stato incolpato Marilyn Manson, i più recenti aggiornamenti

Scandalo Marilyn Manson: arrivano nuovi, agghiaccianti dettagli

Giornalista | Creativo | Direttore di Scè da aprile 2018. Collaboro con diverse testate e mi occupo di ufficio stampa e comunicazione digitale. Unico denominatore? La musica.