“Disegna un cielo” è il singolo d’esordio del TikToker Lorenz Simonetti

Lorenz Simonetti è il ritratto della gioventù: solare, sorridente e pieno di speranze. A 19 anni è già una piccola star su TikTok, social improntato sulla condivisione di brevi video che piacciono tantissimo alle nuove generazioni. È proprio da questa piattaforma che il giovane artista reggiano, ad Agosto dello scorso anno, ha iniziato a farsi strada nel mondo della musica, esaudendo le richieste di cover provenienti dagli utenti e, al contempo, lanciando alcuni spezzoni di canzoni inedite. Il tutto realizzato con la semplicità e la freschezza dei suoi anni.

Parlare ai giovani in tenera età – si sa – non è cosa semplice. Volendo essere pignoli, non è per tutti. Gli oltre 3 milioni di like raccolti in pochi mesi, ed una fanbase che supera i 200 mila followers, sono la testimonianza che il ragazzo, al di là del bell’aspetto, ha dalla sua buone doti comunicative e di intrattenitore.

Disegna Un Cielo – Lorenz Simonetti

 

Disegna un cielo, singolo disponibile in streaming dal 5 febbraio per MTMusic,  è l’esordio ufficiale di Lorenz.

Il brano si apre con una breve strumentale che ricorda vagamente Let Her Go dei Passenger, per poi incanalarsi su binari più vicini all’attuale scena pop mainstream nostrana, con lievi venature nel cantato che spaziano da Mengoni a Francesco Gabbani. 

La parte testuale, dal canto suo, si presenta come un inno carico di fiducia ed entusiasmo nei confronti della vita. L’idea di potercela fare, di riuscire a superare gli scoramenti quotidiani, di riuscire ad esser più forti del destino. La convinzione di poter dominare le incertezze per esser padrone dei propri sogni.

In questi passaggi Lorenzo si mostra abbastanza maturo nella costruzione del testo, avvalendosi di un linguaggio semplice per lanciare un messaggio pregno di speranza.

Un esordio che non dispiace, insomma, nell’attesa di capire se il ragazzo si farà e che direzione assumerà il progetto. 

 

(TESTO)

 

Se questo è ciò che vuoi

Allora stringimi

Disegna un cielo che

Può accoglierci

Dimmi, se tutti quei pianti

Devono distrarmi

Dalla realtà, che ci circonda

Piena di occhi pensanti

A come andare avanti,

asciugar la verità

Dimmi cosa devo fare in questo ritratto, che io vorrei di te

Chiedo solamente se c’è poi una fine,

o scopo o quel che è

Se questo è ciò che vuoi

Allora stringimi

Disegna un cielo che

Può accoglierci

posso chiederti una lente

Ingrandire questo viaggio, trovare tutti i guai

Dimmi chi è il protagonista, tra quelli della lista, che tu poi straccerai

Ma un giorno tornerò a casa senza rimpianti, sopra l’estremità,

E volerò in alto con le mie risposte, solo sognando te

Se questo è ciò che vuoi

Allora stringimi

Disegna un cielo che

Può accoglierci

Forse sto parlando in vano o forse no

Io ti dico ciò che voglio lo raggiungerò

Se questo è ciò che vuoi

Allora stringimi

Disegna un cielo che

Può accoglierci

Tu vai avanti e

Non credere a ciò

Che è troppo facile

Raggiungere

Se è ciò che vuoi

Poi stringimi disegna un cielo…