“The Miseducation of Lauryn Hill” è certificato disco di diamante

Il primo disco solista di Lauryn Hill torna a far parlare a venti anni dalla pubblicazione ufficiale.

“The Miseducation of Lauryn Hill” ha ottenuto, in questi giorni, la certificazione di disco di diamante dall’organizzazione statunitense di riferimento (la RIAA). Un traguardo a dir poco prestigioso per l’ex componente dei Fugees: oltre dieci milioni di copie vendute sul suolo americano che si aggiungono alle oltre venti ottenute a livello mondiale. È la prima donna del mondo hip-hop ad entrare nel club di diamante, che annovera pezzi grossi come 2Pac, Notorious B.I.G. , Eminem ed Outkast.

Quel disco è diventato seminale nei decenni a seguire anche per l’aura di unicità che lo caratterizza: Lauryn Hill non ha mai pubblicato altri album per il suo percorso solista, spiegando la vicenda in questi termini.

È pazzesco che dalla mia etichetta non sia mai arrivata una chiamata per produrre un nuovo disco. “The Miseducation of Lauryn Hill” era un disco senza precedenti, ero grossomodo libera di sperimentare e di esplorare.

Dopo la sua pubblicazione sono stata ingabbiata da restrizioni, obblighi e pressioni irreali. C’era gente che voleva sabotarmi ovunque. Le persone si sono appropriate delle narrazioni nei brani, ma io volevo principalmente tributare le ispirazioni artistiche alle quali ho fatto riferimento. Era un lavoro che sfidava le convenzioni, lo ritenevo molto personale e forse proprio per questo unico nel suo genere.

Avatar

Giornalista | Creativo | Direttore di Scè da aprile 2018. Collaboro con diverse testate e mi occupo di ufficio stampa e comunicazione digitale. Unico denominatore? La musica.