Junior Cally esce dalla rehab e pubblica “Come Monet”

Cresce l’attesa per il nuovo disco di Junior Cally, annunciato lo scorso luglio e che si intitola “Un passo prima”.

Le dipendenze, i disturbi mentali e i comportamenti distruttivi hanno portato il rapper romano a compiere una scelta importante: andare in terapia riabilitativa prima di pubblicare il nuovo album. Un percorso personale che sembra dare i suoi frutti, visto che oggi viene pubblicato “Come Monet”, primo singolo a segnare il ritorno sulle scene.

Sto bene e sono rientrato a casa da qualche giorno.

Sono state settimane intense a chiusura di un percorso iniziato mesi fa. Sapevo che sarebbe stata dura e ora è il momento più difficile, stare in mezzo alla gente e riuscire a combattere ogni volta che la tentazione ti tende la mano.

Ho deciso di buttare fuori un brano a cui tengo molto. C’è dentro tutto il mio mondo di prima e se siete arrivati qui pieni di pregiudizi, potete anche non ascoltarlo. Non ascoltatemi.

In questo spazio, nel mio pezzetto di questo buco nero chiamato Instagram, non c’è mai stato posto per l’ipocrisia, solo per la verità anche quando è dura. Ma se vorrete ascoltarmi, allora ne sarò felice, perché se c’è una cosa che ho imparato in questi mesi è il potere della condivisione. E la forza della sincerità. Condividere è prendersi cura. Vi bacio.

Una canzone cruda, centocinquanta secondi circa il cui scopo è, probabilmente, dare un assaggio delle sonorità e tematiche del long play previsto per il 10 settembre. La regia del videoclip è di Daniele Barbiero, per una produzione Borotalco TV.

 

Junior Cally – Come Monet – Testo

 

Un bacio alle donne d’Italia
In campo come un calciatore
Lo so, non ci credi, fra’
Allora chiedi a qualche moglie di qualcuno in Serie A
Che faccio bum bum
Sto nel letto con tre donne
Giuro le amo tutte
Dalla loro faccia giuro che mi amano tutte
Non provare mai a farmi un torto
Che se c’hai una figa accanto
Io ti giuro te la monto
E tu che vuoi?
Dimmi, dimmi, dimmi, dimmi, dimmi pure
Metti il vestito con le piume
Ho un migliaio di cinture
Junior Cally, mica il film
Ottocento sfumature
Sai che muovo così bene queste dita
Che neanche un chirurgo
Pure da bendato due secondi e trovo il punto
Mano sulla pancia ed ecco scatta
Così bagnata che sembra di stare in barca

Sei nuda sopra al letto pronta per farti dipingere
Da oggi in poi mi chiamerai Monet
Tu che ribalti gli occhi
Mentre mi chiedi di spingere
Con me non serve fingere
Salutami il tuo ex
Vieni da me
Lo sai 0 cip
Entra nel drip
Qui le regole non valgono
Tu su di me
Dopo io su di te
Fino a soffocarci
Più forte, più forte, più forte

Faccio un tiro e poi continuo
Non intendo la canzone
Solo così mi sento vivo
Fra miliardi di persone
E chiamo Sara
Mi gasa ma la musica con la bocca spara
Una notte in villa prosciugata é il Sahara
Non ha più saliva, non fa niente
Tocco la sua psiche e la scuoto mentalmente
La tivù si sbagliava, mi dispiace
Sono un violento ma lo sono solo a letto
E alle donne piace, mio marito non mi scopa
È un parlamentare, vieni da me stanotte, so che sei cattivo
Cazzo me ne fotte, non é che se ti amo allora non ti scopo forte
Tu nobile dama io cazzo don Chisciotte
Ho dei problemi non ti scopa così il tuo ragazzo
E voglio che me lo dici mentre vieni

Sei nuda sopra al letto pronta per farti dipingere
Da oggi in poi mi chiamerai Monet
Tu che ribalti gli occhi
Mentre mi chiedi di spingere
Con me non serve fingere
Salutami il tuo ex
Vieni da me
Lo sai 0 cip
Entra nel drip
Qui le regole non valgono
Tu su di me
Dopo io su di te
Fino a soffocarci
Più forte, più forte, più forte

Junior Cally: dall’anonimato a Sanremo. Il senso di Ricercato? No

Giornalista | Creativo | Direttore di Scè da aprile 2018. Collaboro con diverse testate e mi occupo di ufficio stampa e comunicazione digitale. Unico denominatore? La musica.