Stromae è tornato: “Santé” è il nuovo singolo

Stromae rompe otto anni di silenzio con la pubblicazione di “Santé”.

Il nuovo singolo apre a un disco di inediti che probabilmente vedrà la luce nel 2022; dovrebbe trattarsi del terzo long play in studio, che segue “Racine carrée” datato 2013, e qualche dettaglio sulla pubblicazione di nuovo materiale era già trapelato l’autunno dello scorso anno.

Tre minuti di pop dallo scintillìo cadenzato, nel videoclip diretto da Jaroslav Moravec and Luc Van Haver, licenziato per la label Mosaert (altro anagramma di Maestro, e quindi di Stromae) su distribuzione Universal; questi dati confermano come la reale libertà discografica di cui gode Stromae sia dovuta al fatto che detiene integralmente i diritti d’autore delle proprie canzoni, e non deve quindi sottostare a scadenze. Il brano, d’altronde, dimostra che il tempo trascorso non ha fatto accumulare polvere sul talento.

Di seguito il video della canzone, accompagnato dal testo e la traduzione in italiano.

 

Stromae – Santé – Testo

À ceux qui n’en ont pas
À ceux qui n’en ont pas

Rosa, Rosa, quand on fout l’bordel, tu nettoies
Et toi, Albert, quand on trinque, tu ramasses les verres
Céline (Céline), ‘bataire (‘bataire), toi, tu t’prends des vestes au vestiaire
Arlette, arrête, toi, la fête, tu la passes aux toilettes

Et si on célébrait ceux qui n’célèbrent pas
Pour une fois, j’aimerais lever mon verre à ceux qui n’en ont pas
À ceux qui n’en ont pas

Quoi les bonnes manières ? Pourquoi j’ferais semblant ?
Toute façon, elle est payée pour le faire, tu t’prends pour ma mère ?
Dans une heure, j’reviens, qu’ce soit propre, qu’on puisse y manger par terre, trois heures que j’attends
Franchement, ils les fabriquent ou quoi ? Heureusement qu’c’est que deux verres
Appelle-moi ton responsable et fais vite, elle pourrait se finir comme ça, ta carrière

Oui, célébrons ceux qui n’célèbrent pas
Encore une fois, j’aimerais lever mon verre à ceux qui n’en ont pas
À ceux qui n’en ont pas
À ceux qui n’en ont pas

Frotter, frotter, mieux vaut ne pas s’y frotter, frotter si tu n’me connais pas
Brosser, brosser, tu pourras toujours te brosser, brosser si tu n’me respectes pas

Oui, célébrons ceux qui n’célèbrent pas
Encore une fois, j’aimerais lever mon verre à ceux qui n’en ont pas
À ceux qui n’en ont pas

Pilote d’avion ou infirmière, chauffeur de camion ou hôtesse de l’air
Boulanger ou marin-pêcheur, un verre aux champions des pires horaires
Aux jeunes parents bercés par les pleurs, aux insomniaques de profession
Et tous ceux qui souffrent de peine de cœur, qui n’ont pas l’cœur aux célébrations
Qui n’ont pas l’cœur aux célébrations

Stromae – Santé – traduzione in italiano

A chi non ne ha uno
A chi non ne ha uno

Rosa, Rosa, quando lasciamo il caos, tu pulisci
E tu, Albert, quando beviamo, prendi i bicchieri
Céline (Céline), ‘bataire (‘ bataire), riponi le giacche nello spogliatoio
Arlette, smettila, tu, la festa, la passi nel cesso

E se festeggiassimo chi non festeggia?
Per una volta vorrei fare un brindisi a chi non ne ha uno
a chi non ne ha uno.

Quali buone maniere? Perché dovrei fingere?
Comunque, viene pagata per farlo, pensi di essere mia madre?
Tra un’ora torno, quindi è pulito, possiamo mangiare lì per terra, sto aspettando da tre ore.
Francamente, che devono fare? Per fortuna sono solo due drink
Chiamami il tuo manager e sbrigati, potrebbe finire così, la tua carriera

Sì, festeggiamo chi non festeggia
Ancora una volta, vorrei fare un brindisi a chi non ne ha uno
a chi non ne ha uno
a chi non ne ha uno

Strofina, strofina, meglio non strofinare, strofina se non mi conosci
Spazzola, spazzola, puoi sempre spazzolare, spazzolare se non mi rispetti

Sì, festeggiamo chi non festeggia
Ancora una volta, vorrei fare un brindisi a chi non ne ha uno
a chi non ne ha uno
a chi non ne ha uno

Pilota d’aereo o infermiere, autista di camion o assistente di volo
Fornaio o pescatore, un aperitivo ai campioni delle ore peggiori
Ai giovani genitori scossi dalle lacrime, agli insonni professionisti
E tutti quelli che soffrono di angoscia, che non hanno menzione alle feste
Chi non viene celebrato

Giornalista | Creativo | Direttore di Scè da aprile 2018. Collaboro con diverse testate e mi occupo di ufficio stampa e comunicazione digitale. Unico denominatore? La musica.