Le scelte dei Novaffair confluiscono nel nuovo EP “Aut Aut”

Attivi dal 2016, la realtà tutta partenopea dei Novaffair approccia il lustro di presenza sulla scena emergente pubblicando un nuovo EP. Il seguito di “St’ep” si intitola “Aut Aut”, ed è una proposta d’ascolto di musica inedita licenziata per Accannone Records con le recording session curate da Massimo De Vita e Michelangelo Bencivenga.

Un disco dal respiro alternative rock, plasmato dalle mani di Livio Arenella (voce e chitarra), Marco Penza (chitarra e cori), Pierluigi Patitucci (basso e cori) e Mariano Penza (batteria). Andiamo a scoprire nel dettaglio i cinque brani che formano questo nuovo extended play, la cui release ufficiale è datata 15 ottobre 2021.

Novaffair – “Aut Aut” – La recensione

 

Una tracklist stringata ma che, in ogni caso, permette di saggiare al meglio il potenziale dei Novaffair. Dopo cinque anni ad alternarsi fra studio di registrazione e palchi, i quattro musicisti lasciano confluire in questo album tutta la maturazione che è naturalmente avvenuta nel frattempo. La creatività alt-rock incontra suoni più personali, orientati all’Inghilterra nelle soluzioni espressive adottate.

È una scelta, perché proprio di questa tipologia di bivi tratta il versante concettuale di “Aut Aut”, espresso in forma eloquente dai diretti interessati:

È il bivio, la scelta tra quello che possiamo e non possiamo essere, tra quello che vogliamo e non vogliamo fare. “Aut Aut”, infatti, rappresenta il nucleo, la sostanza e la volontà di esprimere un modo sincero per entrare in contatto con la nostra musica.

Ogni opzione ha poi le sue ripercussioni, e ci sentiamo di dire che, per i Novaffair, non ci sono conseguenze negative. Il fruitore resta positivamente colpito dalla matrice sonora, agile e carismatica nelle dinamiche compositive quanto ben raffinata in sede di post-produzione, per un’esperienza significativa che lascia la sua impronta.

Lecito quindi affermare che ascoltare “Aut Aut” è una scelta più che giusta, in attesa di ulteriori sviluppi che dovranno obbligatoriamente giungere alle nostre orecchie e sulle nostre scrivanie.

Novaffair – “Aut Aut” – Tracklist

 

“Sottosopra” – 4:09
“[Io sono] la neve” – 3:36
“Weekend” – 3:26
“Nessuna ragione” – 4:01
“La resa” – 3:30

La “DyschoDark” di Max Martulli per Accannone Records.

MaxiMarte presenta la sua “DyschoDark”

Giornalista | Creativo | Direttore di Scè da aprile 2018. Collaboro con diverse testate e mi occupo di ufficio stampa e comunicazione digitale. Unico denominatore? La musica.