Il nuovo brano di Sacky, Lacrim e Baby Gang è un omaggio a Gomorra

Gennaro & Ciro è il nuovo singolo di Sacky – all’anagrafe Sami Abou Hassan-, giovanissimo rapper milanese di origine marocchine, che rinnova la collaborazione con Baby Gang (Zaccaria Mouhib) ed il rapper franco-algerino Lacrim

 

La quinta stagione di Gomorra è oramai alle porte ed il nuovo singolo di Sacky sembra incanalarsi sulla lunga scia d’hype avviata il 5 Dicembre 2019 con l’uscita de L’immortale, midquel rivelatore di un fatto straordinario per gli amanti della serie: Ciro di Marzio è vivo. Ed è proprio da questo incredibile avvenimento che riprenderanno i fatti narrati nell’atto conclusivo del prodotto cult targato Sky.

A leggerci un omaggio del rapper o un’ottima manovra di marketing musicale difficilmente si sbaglia. Tanto è vero che il video è ambientato in una delle vele di Scampia, territorio in cui don Pietro Savastano ha avviato e costruito il suo impero e da cui è partita l’avventura di Gennaro e Ciro.

«La scena italiana non la cago manco da quando ero piccolino
Lacrim è come Savastano, Sacky e Baby come Gennaro e Ciro»

 

Sacky Gennaro e Ciro

 

Nel singolo, inoltre, troviamo, la partecipazione di Baby Gang, compagno di avventure (non solo musicali) di Sacky, e del rapper francese Lacrim, altro grande appassionato della gangsta tv serie. Basti pensare che lo scorso 22 Settembre ha pubblicato un singolo intitolato L’immortale, con un video girato anch’esso nella periferia napoletana.

Di seguito video ufficiale e testo della canzone.

 

Sacky – Gennaro & Ciro feat. Lacrim, Baby Gang

(testo e Video]

 

 

Yeah, yeah
Baby Gang, Gang
Yo, lil b, is NKO on beat
Ice, yeahItalia, mafia, droga, figlio di puttana (Ehi)
I tiki taka sotto con le popolari
Non siamo, frè, né Pablo né Tony Montana
Ma sentirai parlare di Baby e Sacky (Seh, seh)
Guarda la mia faccia, figlio di puttana (Ehi)
Non sono come questi rapper italiani (Okay)
Avevo solo fame, ora ho la fama
La fama non mi sfama i bimbi soldati (Let’s go)
Que lo que, [?]
Qua non fanno: “Bla-bla”, [?] “pa-pa” (Pa-pa-pa-pa)
C’è chi non va pazzo, dal bando al banlieue, benvenuto al barrio (Barrio)
Colpo alla gamba, scappa
Quanti rapper nella tomba
La scena rip [?], sembra che è esplosa la bomba (Grr-pow)
Bianca, palline in bocca, soldi in tasca
Zatla, direttamente Casa Bianca, ganga
A Lecco fanno zanga-zanga
Italia, Stato, mafia tanta
Zanza, lo riconosco dalla faccia
Se fai parte, fra’, della ganga
Vuoi entrare nel giro, ma non sei di Lecco, non sei di San Siro
Sto con Lacrim de la crème, trema la Tour Eiffel
La scena italiana, fra’, ci fa un bocchino
La scena italiana non la cago manco da quando ero piccolino
Lacrim è come Savastano, Sacky e Baby come Gennaro e CiroGennaro e Ciro (Uh-ah), ci vedono in giro (Uh-ah)
Ora ci chiedono foto, prima ci prendevano in giro (Uh-ah)
Gennaro e Ciro (Uh-ah), Gennaro e Ciro (Uh-ah)
Mia madre mi disse: “Un giorno che morirò”, frate’, l’ho ucciso (Uh-ah)Rien ne sert d’se vanter, poto, tu fare niente (Nada)
Comment tu fais pour le dire ? T’as vu ni plat, ni rrain-te (Nada)
Mourir en guerre, vivre en paix, dans mon cœur, rien n’est rentré
C’est qu’une bande de fils de, c’est vrai qu’ils parlent beaucoup mais vont finir par ramper
À l’ancienne comme Pirlo, on t’allume ta mère comme Ciro
On n’en a rien à faire comme Diego, c’est la zone [?]
Ne laisse pas traîner ton p’tit kho
Un cœur froid dans l’frigo, sur moi, j’ai trois bigos, j’parle pas aux mythos
C’est minimum au-d’ssus d’cent kilos, c’est [?], c’est Nicky Santoro
On a beaucoup d’appétit, j’roule dans Milan, j’prends du Fendi, du Gucci, du Louis
Tu m’écoutes mon petit ? Cinque mile, prends ce Glock et va tirer sur lui
Dans le four qu’on habite, j’ai plus vingt ans, j’mets tout dans l’immobilier
Si tu viens m’casser la bite, j’ai pas le temps, au pire des cas, j’mets un billet
D’la zip, du shit et d’la Zlatan, mio fratello fa: “Ra-ta-ta-ta” alla prima infamata-ta
À l’appel, ma ifa m’atteint, ‘teint, j’vais ken la mère à ta tata
D’la zip, du shit et d’la Zlatan, fratello fa: “Ra-ta-ta-ta”
La prima infamata-ta, ta, ta-ta-ta-ta-ta-ta-ta
Gennaro e Ciro (Uh-ah), ci vedono in giro (Uh-ah)
Ora ci chiedono foto, prima ci prendevano in giro (Uh-ah)
Gennaro e Ciro (Uh-ah), Gennaro e Ciro (Uh-ah)
Mia madre mi disse: “Un giorno che morirò”, frate’, l’ho ucciso (Uh-ah)