Disme: No Hook è il singolo che anticipa il nuovo album

No Hook è il titolo del singolo del rapper spezino Disme che anticipa l’uscita di un nuovo lavoro discografico, dopo il discreto successo riscosso lo scorso anno con la pubblicazione dell’EP Glory Days.

 

«No Hook è una sorta di manifesto del mio carattere come artista: quello che mi interessa fare con la mia musica non è rispettare obbligatoriamente ciò che impone l’industria, ma proporre rap crudo, d’impatto, sincero in modo a volte brutale».

Disme – No Hook (testo canzone)

 

Vuoi sapere che si prova a stare qua
Ho il cuore in gola che fa ‘crack’
Voglio andare up, tipo sto leggero
Fanno rap, ma non vero
Te vai tra’, non sei trap, no, nemmeno
Con la gang nel tuo club non ci entro
Questi ancora fanno ‘bla, bla’, perdo il senno
Come te che hai perso senso e non credi in quello che hai detto
Sto pesando brutte cose, fanculo, non ci rifletto

Io non dormo sereno nemmeno su un botto d’euro
Mi sento l’ansia che mangia me, non voglio Xanax
Ho detto: ‘Pensa te se qua ognuno pensa a sé’
Premo ‘REC’, perdo te, ma no il tempo, sai perché me ne frego
Io c’ho il cuore manomesso, ma non so cosa mi ci hanno messo
Occhio che ciò che voglio lo sequestro
Se in questo mondo Dio c’è, te lo sei chiesto?

Tu vuoi avere il diamante più raro al mondo
Solo per potertelo mettere al lobo
Vuoi sapere con ‘sta merda cosa provo
Una nuvola che piove ventiquattro ore

Su di me come una maledizione
Io resto me, non cambierò per un milione
Per il cachet metti uno zero in più alla fine
Mi vuoi veder morire perché sono il migliore

Davvero, faccio for real
Voglio starmene lontano dal centro in periferia
A te ti ho dato me stesso, mi hai detto: ‘Mettilo via’
Come droghe quando arriva la polizia
Solo un folle può pensare di averla franca
Quando la disperazione entra armata in banca
E ti dice: ‘Voglio tutto, non ho avuto nada
Tu mi parli di rispetto, resti muto in strada

Io ti sputo in faccia due volte, hai due facce
Porgi la guancia, prendi uno schiaffo
Mi frega un cazzo, già te l’ho detto
Ho una rabbia matta e spera che non ti becco
Questi pezzi puoi usarli per ricostruire la mia testa o buttarli
Dentro un cassonetto di ricordi scordati come una chitarra

Eh-eh, voglio fare una domanda io a te
Come fai a fingere di essere ciò che non sei
Sto pensando che è difficile, forse non dovrei
Perché niente è impossibile, eh-eh

E mi manca l’ossigeno
Dimmi solo ‘sì’ o ‘no’ e sii onesto
Sto vivendo in un incubo, però sveglio
Ci metterò me stesso
Come se questo su di me non ha effetto