Gustavo non esiste, almeno non per davvero: è un personaggio nato dall’esigenza di Francesco Tedesco di raccontarsi, celando dietro un nome inventato parole vere. Gustavo scriveva poesie “amare”