Francesco De Leo denuncia: “Calcutta mi ha tirato un pugno al MiAmi”

Botte nel backstage del Miami Festival durante la serata conclusiva. Francesco De Leo, fondatore del gruppo L’Officina della Camomilla e autore solista dal 2017, in una delle stories Instagram pubblicate in nottata denuncia di aver subito un’aggressione da parte di Calcutta.

L’artista genovese dichiara di aver ricevuto un pugno in faccia senza senso alcuno. Un gesto che gli avrebbe causato sanguinamento dal naso. Il tutto sarebbe avvenuto in presenza di alcuni testimoni, tra i quali un’amica di De Leo che, provando a calmare il Calcutta, avrebbe ricevuto in risposta una minaccia di aggressione.

Fatti gravissimi se confermati, sui quali ci riserviamo di attendere ulteriori sviluppi. Di seguito trovate lo screenshoot della storia e il messaggio integrale.

 

Mi dispiace dover usare questi canali per comunicare queste cose, però mi sembra giusto farlo sapere a tutti. Stanotte verso l’orario di chiusura dell’ultima serata del MiAmi Fest sono stato aggredito senza senso alcuno da Edoardo d’Erme in arte “Calcutta”, che mi ha tirato un pugno in faccia facendomi sanguinare il naso. Ci sono diversi testimoni.

È giusto che voi sappiate quello che è accaduto. È una persona violenta, ha minacciato di picchiare anche una mia amica. La cosa che più mi fa incazzare non è il pugno in faccia che ho ricevuto io, ma che una persona adulta e benestante abbia minacciato di mettere le mani addosso ad una donna, una mia amica che cercando di farlo rinsavire dal suo raptus, invece che tranquillizzarsi abbia addirittura minacciato di pestarla. Non ho parole. Spero ci sia una giustizia in questa storia. Mi dispiace anche dirlo pubblicamente, ma questi atteggiamenti vanno condannati. Fatevi voi un’idea reale su che persona sia veramente questo triste individuo.

 

 

Calcutta vs Francesco De Leo – Aggiornamento del 31.05.22

 

Nella mattinata odierna Francesco De Leo, nuovamente in una delle stories instagram, fa una sorta di passo indietro rispetto alle dichiarazioni rilasciate ieri, affermando che non era nelle sue intenzioni esporre l’amico Calcutta ad una gogna mediatica. Dal canto suo, l’artista di Latina non ha proferito parola sull’argomento, che, con molte probabilità, verrà chiarito in via privata.

Di seguito la trascrizione del post e lo screenshoot

 

«Non era mia intenzione creare un caso mediatico ed esporre Edoardo a interpretazioni senza replica. Ormai è noto a tutti che abbiamo avuto un diverbio che impulsivamente ho pubblicato qui. Non voglio parlare ulteriormente di questa cosa. Ci conosciamo da 10 anni, abbiamo fatto tanti concerti insieme, chiariremo privatamente l’accaduto. Mi dispiace che sia successo tutto questo».