Achille Lauro, Domenica

Domenica è il brano con cui Achille Lauro torna sul palco del Festival di Sanremo, questa volta non come super ospite ma in veste di concorrente. Un ritorno in grande stile, dopo il successo di Rolls Royce, con qualche sottile differenza rispetto al passato, come evidenzia lo stesso artista romano sui suoi canali social: 

 

Mi sono interrogato sul senso del mio essere
del mio essere di passaggio,
del mio essere umano.
Il palco è lo stesso di sempre.
Io, invece, no.

Achille Lauro, Domenica ( video testo)

 

È come i cani che si annusano, oh no
Oppure i gatti che girano al porto
Negli occhi è rock ‘n’ roll
Sembra ti tocchino
Oh my God
Città peccaminose
Donne pericolose
L’amore è un’overdose
150 dosi
Oh sì, sìFanculo è Rollin’ Stone
Ah ah ah
È zucchero e lampone
Mi ingoia come un boa
Lei dice “come osi”
Poi mi spoglia
È come un ladro
No
Le tratto bene se no si innamorano ah, ah
Più tardi in camera
Sì poi ti chiamerò
È come fosse domenica
Baby, è ancora presto, presto
È come fosse domenica
Si domani poi vedrò
Come no
È come fosse domenica
Domenica
È come fosse domenica
DomenicaOh no, no
E se li fisso non rispondono
Esco dal bagno con 3 figli e moglie
E mamma guarda come dondolo
Ho un brutto voto dopo il compito
La sposo? La sposo, come no
Le voglio bene ma mi dò per morto
Ah ah ah
Sta vita è un roller coaster,
Romanzo rosa, no piuttosto un porno
Oh
È come fosse domenica,
Baby è ancora presto, presto
È come fosse domenica
Sì, domani poi vedrò
Come no
È come fosse domenica
Domenica
È come fosse domenica
Domenica
Oh no no