161 concerti di Elio e le Storie Tese sono disponibili su Bandcamp

Da sempre alfieri di irriverenza e menti argute del panorama discografico nostrano, Elio e le Storie Tese si sono fatti conoscere, nel corso dei decenni, tanto per la qualità artistica quanto per le trovate originali, sempre nei dintorni della genialità. La più recente arriva con sullo sfondo festività natalizie alquanto controverse, e si tratta di 161 concerti messi a disposizione in ascolto e download gratuito su Bandcamp.

Coèsi se vi pare – Roma 18.07.2006 by Elio e le Storie Tese

Si tratta di bootleg ufficiali, registrazioni di live risalenti al periodo 2004-2010 divisi in undici raccolte. Ecco quindi che i “CD Brulè” tornano a essere disponibili: originariamente fungevano da registrazioni “istantanee” che la band vendeva al pubblico subito dopo la fine dei concerti su supporto fisico. L’operazione divenne a tutti gli effetti un fenomeno commerciale: di “Ho fatto 2 etti e mezzo, lascio?” (CD Brulè del tour 2004) solo attraverso il banchetto merchandising alle performance dal vivo si contarono circa novemila copie vendute. L’anno dopo il nome scelto per il CD Brulè sarà “Grazie per la splendida serata”.

L’idea del CD Brulè nasce per bypassare le case discografiche e un’industria in coma vigile. All’inizio il pubblico era un po’ disorientato, poi la gente si è abituata e l’iniziativa ha avuto successo crescente. Il titolo si riferisce all’approccio del salumiere che tende sempre a dare qualcosa di più di quello che chiede il cliente. E siccome l’industria discografica ormai è un’industria di mortadella, ci siamo adeguati.

Queste le dichiarazioni degli Elii per presentare i propri bootleg autoprodotti.

Elio e le Storie Tese in un live a Napoli.

Elio e Le storie Tese: Gallery e scaletta del concerto al Palapartenope

Giornalista | Creativo | Direttore di Scè dal 2018. Collaboro con diverse testate e mi occupo di ufficio stampa e comunicazione digitale. Unico denominatore? La musica.