Morgan ha pubblicato la versione integrale di “Le brutte intenzioni”

Le brutte intenzioni, la maleducazione…

Quando si intonano queste parole, la mente torna subito al 2020 ed al momento più virale di Sanremo. Bugo che abbandona il palco mentre Morgan rimaneggia live il testo di “Sincero” è diventato il video più popolare dello scorso anno, e mentre infiamma (per modo di dire) il Festival di Sanremo 2021 ecco che Marco Castoldi trova il modo per catalizzare l’attenzione. Durante la seconda serata della kermesse, infatti, l’eclettico musicista ha pubblicato la versione integrale di “Le brutte intenzioni”, la sua personalissima versione di “Sincero” completa di seconda strofa e relativo ritornello.

Ad essere sincero, il brano non è sicuramente la cosa peggiore che ho ascoltato oggi: un pezzo elettropop vecchia maniera, grezzo e lo-fi più per necessità che per scelta. La voce effettata lascia fumose interpretazioni su alcune parole della seconda strofa, quella dove Morgan affonda il colpo continuandosi a scagliare contro Bugo; una rabbia dovuta al fatto che “avremmo potuto cantare le canzoni insieme, invece tu hai assecondato il sabotatore”, lasciando intendere che una terza persona ha contribuito ad incrinare i rapporti tra Bugo e Morgan.

Uno sforzo di tendere verso il pubblico una vicenda che, sostanzialmente, rientra nella sfera privata e tale dovrebbe restare.

“Le brutte intenzioni” – Testo integrale

 

Le brutte intenzioni la maleducazione,
la tua brutta figura di ieri sera
e l’ingratitudine la tua arroganza.
Fai ciò che vuoi mettendo i piedi in testa.
Il tuo disordine è una forma d’arte
ma tu sai solo coltivare invidia.
Ringrazia il cielo sei su questo palco,
rispetta chi ti ci ha portato dentro
e questo sono io! Lo faccio volentieri.
Volevi fare il cantante,
competere a Sanremo
con l’intenzionalità commerciale
e approfittare di chi ha il cuore generoso
ti ha dato entusiasmo
e tu lo hai illuso.
Ma quando lui è in scena
scompari tu e ne fai virtù.
perché non ti va giù

sembri vestire lo stile
il tuo stile dell’acrimonia
al tuo amico lo facevi sentire diverso

Riscrivo da capo tre volte, nove
non mi consentono le dovute prove
sotto tortura non so fare di meglio
quel figlio di pu**ana si chiamava *****
È solo colpa sua
se abbiamo litigato
avremmo potuto cantare la canzone insieme
invece tu hai assecondato il sabotatore
tira fuori le palle
mandarlo a quel paese
hai fatto il suo volere
al posto di farlo tacere
un vero str*nzo fa come fai tu
ti prende per il cu…
e te lo mette in cu…
abbassa la testa
ritorna vero
stai al tuo posto
e canta sincero

però di me non te ne frega niente
perché tu dai voce solo all’ambizione
ti ha dato solo, io non ho preso niente
anzi mi avete dato tutte del cogl**one.

Tu sei cattivo e sembri un martire
io vittima sembro il carnefice

Le infinite polemiche di Morgan contro Sanremo 2021…

Sanremo 2021, monta la polemica di Morgan

Giornalista | Creativo | Direttore di Scè da aprile 2018. Collaboro con diverse testate e mi occupo di ufficio stampa e comunicazione digitale. Unico denominatore? La musica.